"Cancellata per Santo Spirito, il sindaco copia le opposizioni"

Lega e Fratelli d'Italia: “L'idea di proteggere il sagrato è nostra, adesso la malamovida non si sposti in un’altra piazza”


Giunge con qualche sorpresa delle opposizioni l’annuncio inaspettato del Sindaco Nardella in merito all’indizione di un concorso di idee per la realizzazione di una cancellata per Santo Spirito. Inaspettato perché la mozione presentata dalla Lega e firmata da Fratelli d’Italia che chiede il medesimo concorso di idee proposto dal Sindaco, deve ancora finire l’iter classico del Consiglio Comunale con il voto in aula.

”Non siamo stupiti - dichiara il Capogruppo della Lega a Palazzo Vecchio, Federico Bussolin - di aver stimolato, attraverso la nostra mozione, il Sindaco Nardella ad indire un concorso di idee finalizzato alla realizzazione di una cancellata a tutela del Sagrato della Basilica di Santo Spirito. Spesso le critiche dell’opposizione vengono additate come strumentali”. “Questa volta - conclude Bussolin - pur senza pubblici riconoscimenti da parte del Sindaco, l’amministrazione si è decisa ad adottare una nostra proposta per il bene della città: meglio tardi che mai”.

“Ero favorevole alla cancellata già a dicembre scorso quando presentai un emendamento durante il bilancio e a febbraio, prima del lockdown, lo avevo ribadito a mezzo stampa. La mia idea non è una cancellata impattante, tipo quelle che circondano caserme e carceri, ma bassa come tante ce ne sono a delimitare le chiese in molti paesi europei e in linea con lo stile architettonico della piazza” gli fa eco il capogruppo di Fratelli d’Italia Alessandro Draghi. “Questo fine settimana sono passato la sera in piazza a controllare la situazione come hanno fatto molti altri colleghi consiglieri; ora temo che il problema momentaneamente risolto in Piazza Santo Spirito possa spostarsi in altre piazza: Piazza del Carmine o Pitti dove ho già notato le scorse due notti leggeri assembramenti” conclude Draghi. 

Redazione Nove da Firenze