Campi: la mascherina rossa 1522 indossata da tutti i consiglieri comunali

I dispositivi con il numero di help online per donne vittime di violenza e stalking sono stati confezionati a mano dalla consigliera Murgia


Ieri prima della conclusione del consiglio comunale di Campi Bisenzio, tutti i consiglieri hanno indossato una mascherina rossa con ricamato il 1522, il numero di help online per donne vittime di violenza e stalking, attivo già dal 2006.

Le mascherine sono state confezionate interamente a mano dalla Consigliera Murgia per tutto il Consiglio, Segretario Comunale e Giunta compresi. La Consigliera è stata la prima presidente della Commissione VI, una commissione da sempre molto sensibile e attenta al tema della violenza di genere. In questo periodo emergenziale, sono in aumento le violenze domestiche, un'emergenza nell'emergenza , un allarme sociale, quello della violenza domestica, che non conosce soste neanche durante la quarantena forzata. Al contrario, sono molte le donne costrette a vivere per più tempo con chi abusa di loro, rendendo difficile, se non impossibile, chiedere aiuto. 

Nel silenzio delle mura domestiche, senza possibilità di evasione, le donne si ritrovano ad affrontare un vero e proprio inferno. Il 1522 c'è, è il primo canale di ascolto e di supporto concreto."Un gesto semplice, carico di attenzione e cura verso un'emergenza che non si arresta e che purtroppo non ha carattere di periodicità - spiega la Presidente del Consiglio Comunale Eleonora Ciambellotti - il nostro Consiglio Comunale ha da sempre lavorato, grazie in particolare alla sesta commissione sul tema della violenza di genere, in collaborazione con molte associazioni, anche del territorio. Un messaggio che non ha colore politico, ma che riflette il modo più alto di esercitare la politica stessa: esserci per chi è in difficoltà, per chi subisce discriminazioni e violenze. Un enorme ringraziamento a tutti i consiglieri, sempre impegnati e uniti in azioni a favore delle "pari opportunità" in ogni ambito della vita sociale e comunitaria".

Redazione Nove da Firenze