Caldo: allerta rossa fino a domani

A Empoli arriva l’ordinanza per razionalizzare il consumo di Acqua potabile


Continua l’allerta rossa per il grande caldo a Firenze anche per oggi, lunedì 6 agosto, e domani, martedì 7 agosto. L’ondata di calore da “bollino rosso” è stata annunciata dal nuovo bollettino della protezione civile del Comune sulla base delle previsioni meteo, che confermano l’ondata di calore di ‘livello 3’ anche per oggi e domani. Il codice rosso previsto per anche per i prossimi due giorni è il terzo livello di allerta in una scala che va da zero a tre. L’amministrazione raccomanda di limitare le attività all’aperto soprattutto per gli anziani ma anche per i bambini e i soggetti fragili. Tutti i consigli utili per affrontare le ondate di calore sono a disposizione sul sito della protezione civile.

È stata emessa dal Comune di Empoli una ordinanza per la razionalizzazione del consumo di acqua potabile che fa divieto di uso improprio della risorsa idrica fino al prossimo 30 settembre. È vietato utilizzare l’acqua potabile proveniente dagli acquedotti urbani e rurali per scopi diversi da quelli igienico-domestici o legati a specifiche esigenze produttive su tutto il territorio comunale. L’ordinanza invita anche i cittadini ad adottare ogni utile accorgimento finalizzato al risparmio di acqua. In pratica, per fare qualche esempio, l’ordinanza vieta l'innaffiamento di prati e giardini o il lavaggio della propria autovettura oppure anche il riempimento di piscine o altri bacini, con acqua proveniente da acquedotto. Chiunque violi il provvedimento può essere sanzionato da 100 a 500 euro. La Polizia Locale ed il personale dipendente del gestore con funzioni di vigilanza sono incaricati del controllo dell’esecuzione della presente ordinanza. L'ordinanza, richiesta dall’Autorità Idrica Toscana per il periodo estivo, scaturisce dalla necessità di tutelare le riserve idropotabili a disposizione per l’approvvigionamento durante il periodo estivo, particolarmente critico a causa dell’aumento delle temperature, della scarsità delle precipitazioni, dell’aumento dei consumi per attività turistiche e irrigue.

Divieto assoluto di usare su tutto il territorio di Monteriggioni l’acqua potabile proveniente dagli acquedotti urbani e rurali per scopi diversi da quelli igienico – domestici. È quanto prevede l’ordinanza emessa dal Comune di Monteriggioni per il periodo che va dal 6 agosto al 30 settembre. Il provvedimento, che risponde all’invito rivolto dall’Autorità Idrica Toscana ai sindaci dei Comuni della regione, ha come obiettivo la tutelare delle riserve di acqua potabile a disposizione, anche alla luce dell’aumento delle temperature, dell’aumento dei consumi per le attività turistiche ed irrigue. Le sanzioni previste per chi dovesse violare il provvedimento vanno dalle 100 alle 500 euro. “Confido nella massima collaborazione e nel senso di responsabilità dei cittadini – sottolinea Raffaella Senesi, sindaco di Monteriggioni – perché tutti dobbiamo impegnarci per preservare un bene prezioso come l’acqua”.

Redazione Nove da Firenze