Calcio: Lapi e le Piagge, campioni della Prima Categoria

Un’altra impresa sportiva di Lapi, prima dell’edizione del Calcio Storico 2014 intervista esclusiva di Nove da Firenze all’icona del Calcio Storico


È finita da poco la partita, ultima di campionato, Piagge - Incisa. Il vocione rauco di Lapi copre il brusio dell’inizio dei festeggiamenti, “tutti dentro a festeggiare”, dice Lapi indicando gli spettatori. Il cancelletto si apre e la piccola folla festante si riversa in campo. Bottiglie di spumante, sorrisi, complimenti e poi - quando Lapi raggiunge i compagni di squadra -, foto per tutti.

“Abbiamo vinto il campionato e nessuno prende una lira, i soldi degli sponsor - Trony e Conad - ci sono serviti per pagare l’iscrizione al campionato”. Il prossimo anno le Piagge saranno impegnate nel campionato di promozione, “un bel salto di categoria con terne arbitrali - in prima categoria i guardalinee vengono forniti dalle squadre - e formazioni toste, ma intanto godiamoci il successo che per me, dice sorridendo, arriva a 52 anni”.

Di seguito un breve estratto della partita, inutile ai fini della classifica, dato che la squadra di casa aveva già matematicamente vinto il campionato. Risultato finale, le “Piagge” si impongono per 3 a 1.

Supremazia sterile dell’Incisa per larghi tratti nel primo tempo, la squadra ospite viene punita sul finale da un bel tiro di Ardito che insacca sotto la traversa. Le Piagge trovano il raddoppio nei primi minuti del secondo tempo, ancora Ardito che si smarca in area avversaria, resiste al ritorno del difensore e mette la palla alle spalle del portiere.

A questo punto la squadra ospite ha un sussulto di orgoglio ed inizia a spingere. Il portierone Lapi (foto Monica Caleffi) si oppone per tre volte alle conclusioni ravvicinate degli avversari. A metà della ripresa la porta delle Piagge capitola, Francesconi pescato in area da un compagno, batte Lapi con una conclusione a fil di palo.

L’Incisa spinge ancora, alimentando le speranze di entrare nei play off, sul ribaltamento di fronte le Piagge trovano il terzo goal con Capizzi, che davanti al portiere avversario non fallisce il piattone rasoterra.

Massimo Capitani