Buoni a nulla, Gianni Di Gregorio all'Astra 2

Dopo l'anteprima al Festival di Roma, anche a Firenze la nuova commedia del regista di “Il pranzo di Ferragosto”


Venerdì 31 ottobre (ore 20.15) un importante evento speciale al Cinema Astra 2(Piazza Beccaria): Gianni Di Gregorio presenta in sala il suo nuovo film, BUONI A NULLA (il regista interverrà prima della proiezione). Presentato all'ultimo Festival del Cinema di Roma, BUONI A NULLA (da giovedì 23 ottobre in programmazione, in esclusiva, al cinema Astra 2) è il terzo lungometraggio del regista romano, che ha esordito a sessant'anni qualche anno fa con il film-cult Pranzo di Ferragosto.

In BUONI A NULLA, più che un’età è di scena un carattere. O forse un vizio, peraltro poco praticato di questi tempi: la mitezza, il rifiuto dell’aggressività. Che può essere rassegnazione ma anche saggezza e disincanto. Almeno se gli altri non ne approfittano troppo. Come capita appunto a Di Gregorio, impiegato e divorziato che invece di andare in pensione si vede trasferire in una sede di periferia (e subito ex-moglie e figlia cercano di prendergli casa per mandarlo a vivere vicino all’ufficio...).Dove però, vedendo un altro se stesso nel collega buono e servizievole fino alla dabbenaggine (impagabile Marco Marzocca), imparerà finalmente a reagire, dimostrandosi all’occorrenza cinico e scaltro. Per poi insegnare a dire “no” anche al pacifico collega. Provocando una serie esilarante di sconquassi.

In un cinema spesso conformista come il nostro, BUONI A NULLA resta un esempio di inventiva e libertà. Scritto con grazia addosso ai corpi e ai volti non omologati degli attori (Valentina Lodovini, Anna Bonaiuto, Marco Messeri, Daniela Giordano, Gianfelice Imparato), senza dimenticare i due fantastici vicini di casa, Giovanna Cau e Ugo Gregoretti: in poche battute c’è tutto un mondo.

Biglietti in prevendita presso la cassa del Cinema Astra 2.

Cinema Astra 2 | Piazza Beccaria | Firenze

Ingresso unico: euro 8

tel. 055/2343666

Info: www.odeonfirenze.com, www.cinehall.it

Redazione Nove da Firenze