Rubrica — Empoli Calcio

Bologna-Empoli 0-0. Quinto pareggio dell’Empoli. Il portiere Skorupski para il possibile e l’impossibile.

la nazione

Al Dall'Ara i rossoblu creano tante occasioni, con Destro e Krejci ma i ragazzi dell’Empoli chiudono tutti gli spazi dando vita ad un vero e proprio “catenaccio d’altri tempi.


Ancora un pari per l’Empoli, senza emozioni, solo difesa ad oltranza, forse l’unica strategia possibile dal momento che, in sedici partite, le reti all’attivo sono solo sette di cui quattro in una sola gara. Al Bologna resta qualche rammarico, soprattutto nella ripresa che ci ha provato di più ed ha avuto una nitida occasione con Destro il cui colpo di testa è finito sotto la traversa. Il campionato si sta delineando, e l’Empoli sembra trovarsi in un mini torneo a quattro squadre dove il premio sarà per una sola……

Ma veniamo alla gara.

Donadoni inserisce Viviani al fine di sfruttare bene le fasce mentre l’Empoli punta su un’invenzione centrale di Saponara e sul lavoro di Mchedlidze che pressa sui centrali del Bologna. Detto questo la gara si blocca tutta a metà campo con i difensori che anticipano sempre gli avversari tanto che le uniche soluzioni offensive che rimangono sono quelle da fuori. Il primo tiro è di Nagy al 40’ , neutralizzato facilmente da Skorupski che un minuto dopo deve impegnarsi di più per bloccare un tentativo di Destro. Allo scadere del primo tempo anche Mirante si deve impegnare su un tiro di Maccarone da posizione angolata, deviandolo in angolo.

Ad inizio ripresa Donadoni inserisce Krafth al posto di Masina spedendo Torosidis a sinistra. Questo consente al Bologna di aumentare il gioco sulle fasce tanto da accelerar anche se Skorupski si fa trovare sempre pronto nelle uscite. Donadoni cambia anche gli esterni offensivi inserendo Di Francesco e Okwonkwo al posto di Mounier e Krejci, mentre Martuscello sostituisce Maccarone con Gilardino. Al 41’ arriva la grande occasione per il Bologna per guadagnarsi i tre punti: Kraifth mette sulla testa di Destro la palla del potenziale gol, ma Destro spreca una ghiotta occasione, l’ultima in assoluto tanto che la gara si chiude sul risultato di 0-0 tra i fischi del Dall’Ara.

BOLOGNA (4-3-3): Mirante, Torosidis, Gastaldello, Maietta, Masina (7' st Krafth), Nagy, Viviani, Dzemaili, Mounier (25' st Di Francesco), Destro, Krejci (37' st Okwonkwo). A disp. Da Costa, Sarr, Oikonomou, Ferrari, Mbaye, Morleo, Taider, Donsah, Floccari). All. Donadoni.
EMPOLI (4-3-1-2): Skorupski, Laurini (6' st Cosic), Bellusci, Costa, Pasqual, Krunic, Diousse, Croce (32' st Buchel), Saponara, Maccarone (11' st Gilardino), Mchedlidze. A disp. Pelagoti, Pugliesi, Barba, Dimarco, Josè Mauri, Tello, Maiello, Pereira, Marilungo. All. Martusciello.
Arbitro: Guida di Torre Annunziata.

Note - Angoli: 7-2 per il Bologna. Recupero: 1' e 5'. Ammoniti: Costa, Croce, Pasqual, Krafth, Michelidze, Dzemaili.

Empoli Calcio — rubrica a cura di Franca Ciari

Franca Ciari

Franca Ciari — Giornalista pubblicista di formazione classica giuridico-economica (commercialista laureata all'Università degli Studi di Siena). Vive a Empoli e si occupa di calcio dal 2008, in particolare della squadra di casa , protagonista da 30 anni della scena italiana del pallone professionistico

E-mail: francaciari@gmail.com