Biblioteca Nazionale: risoluzione del Consiglio comunale per salvarla

Il presidente della IX commissione Guccione: "Comincia un percorso che speriamo porti a nuove assunzioni". Rossi e Collesei (Art.1-MDP): "Chiederemo una seduta al suo interno alla ripresa dei lavori"


Il Consiglio comunale, nella seduta di oggi, ha approvato all'unanimità la risoluzione per salvare la Biblioteca Nazionale, dopo l'appello lanciato dal direttore Berlingeri.

Questa la dichiarazione del presidente della IX commissione Cosimo Guccione: "Auspichiamo che con questo atto cominci un percorso che porti a nuove assunzioni che possano garantire il corretto funzionamento della biblioteca. Dopo le prime aperture da parte del ministro Bonisoli, bisogna passare dalle parole ai fatti; se così sarà la vicenda potrà concludersi con un esito positivo per i lavoratori e per tutti coloro che fruiscono della struttura".

Questa la dichiarazione del capogruppo di Articolo 1-MDP Alessio Rossi insieme alla consigliera Stefania Collesei: "Abbiamo votato convintamente l’atto in cui oggi il consiglio comunale ha richiesto l’intervento del Ministro e del governo per salvare il futuro della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze. Un patrimonio culturale nazionale che non ci possiamo permettere di perdere. Per questo oltre all’atto chiederemo di poter svolgere il consiglio comunale di Firenze all’interno della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze richiedendo la presenza del ministro Bonisoli per risolvere le problematiche e non perdere la professionalità, i servizi e la storia della biblioteca". 

Redazione Nove da Firenze