Rubrica — Spettacolo

“Because the Night”, la mostra fotografica per Musart Festival sui grandi concerti a Firenze anni 2000/2009

Tania Bucci

Fino a martedì 23 luglio dalle 10 alle 19 a ingresso libero nella sala Bookshop dell’Istituto degli Innocenti. Immagini dagli archivi di New Press Photo, Tania Bucci e Marco Borrelli


C’è tempo fino al 23 luglio per vedere alcune delle più belle immagini dei grandi concerti fiorentini dal 2000 al 2009 nella mostra “Because the Night” all’Istituto degli Innocenti, in piazza della Santissima Annunziata a Firenze, nell’ambito del Musart Festival 2019. A cura di Edoardo Zucchetti, la quarta edizione della mostra (ogni anno di Musart un decennio di scatti fotografici) propone 50 scatti, gigantografie, poster, video originali e materiali promozionali di indimenticabili eventi musicali svoltisi a Firenze nel decennio 2000/2009. Le immagini sono tratte dagli archivi dell’agenzia New Press Photo e dei fotografi Tania Bucci e Marco Borrelli.

Si va dal concerto di Sting alle Cascine che inaugurò l’Estate fiorentina 2000, al live di Patti Smith in piazza Santa Croce del 2009 per il trentennale del suo concerto allo stadio Franchi, passando per Bruce Springsteen allo stadio Franchi, Muse e Radiohead al piazzale Michelangelo, i Sigur Ros al Giardino di Boboli e Sting al Parco delle Cascine. Ma anche Lucio Dalla che suona sul Ponte Vecchio, Patti Smith per le strade del centro, Capossela alla Galleria dell’Accademia, davanti al David di Michelangelo.

Abbiamo incontrato Tania Bucci e Marco Borrelli in occasione dell’inaugurazione della mostra, che ci hanno raccontato alcuni episodi legati alle foto in mostra.

La maggior parte delle immagini sono di Tania Bucci, conosciuta nel mondo della fotografia professionale di spettacolo come “Tania Rock”; qui la video intervista dove Tania racconta i momenti più curiosi e gli scatti più particolari tra quelli in mostra, che ricordiamo, riporta i concerti avvenuti soltanto a Firenze.

Marco Borrelli alla mostra propone un reportage sulla visita del 2009 a Firenze di Patti Smith: “L’episodio più interessante fu quando Patti Smith, girovagando per il quartiere di Santo Spirito, incuriosita dal laboratorio di un fabbro, entrò all’improvviso nel locale e iniziò a fotografare l’artigiano con la sua Polaroid analogica. Per l’appunto entrò in quel momento un amico del fabbro, che era un grande fan di Patti ed era presente al concerto fiorentino del 1979, e si misero a cantare insieme Because the night, in mezzo a tutti gli attrezzi del mestiere”.

Si può visitare la mostra “Because the Night” dalle ore 10 alle 19, ingresso libero. Per gli spettatori di Musart Festival, la mostra è aperta anche dalle ore 20 alle 21, nei giorni degli spettacoli, sempre a ingresso libero.

Foto e video di Francesca Cecconi

Spettacolo — rubrica a cura di

E-mail: