Bagno a Ripoli sbarca sulla app IO

Dai prossimi giorni, alcuni servizi del Comune saranno fruibili direttamente sul proprio smartphone. Il sindaco: “Semplifichiamo la vita ai cittadini, risparmiando un po’ di burocrazia”. Attivazione da lunedì 4 gennaio del Servizio Whatsapp del Comune di Fiesole


Il Comune di Bagno a Ripoli diventa sempre più digitale, con l’adesione alla app “IO”. Nei giorni scorsi è stata infatti sancita la partecipazione dell’ente al progetto sviluppato dal Team per la Trasformazione Digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri e gestito dalla Società PagoPA S.p.A., in applicazione del Piano Triennale per l’informatica nella Pubblica Amministrazione 2019/2021. Una piccola “rivoluzione digitale” che coinvolgerà tutti i Comuni italiani sopra i 5 mila abitanti entro la prossima primavera e che arriverà a Bagno a Ripoli nei prossimi giorni. Attraverso la app “IO”, già scaricata da oltre 5 milioni di italiani, viene resa più diretta ed efficiente la comunicazione tra Pubbliche amministrazioni e cittadini e viene semplificata la fruizione dei servizi digitali già offerti dagli enti pubblici (compreso il pagamento di molte prestazioni). I cittadini potranno ricevere direttamente sul proprio smartphone messaggi, avvisi e comunicazioni da parte del Comune, ad esempio sulla scadenza della propria Carta di identità, sul rinnovo del permesso di soggiorno e sul ritiro della propria tessera elettorale. Tra i servizi offerti dalla app “IO”, vi sono inoltro il controllo del proprio bollo auto, i pagamenti del canone del Consorzio di bonifica 3 Medio Valdarno, ma anche la partecipazione al “Bonus vacanze” e al “Cashback” - ovvero il rimborso del 10% sugli acquisti fatti nei negozi fisici con pagamenti elettronici. Nel corso dei prossimi mesi il numero dei servizi pubblici fruibili tramite la app è destinato a crescere ancora.

“La nostra amministrazione comunale – dichiarano il sindaco Francesco Casini e l’assessora alla comunicazione e all’anagrafe Francesca Cellini – è in prima linea per la trasformazione digitale della pubblica amministrazione e l’adesione alla app “IO” per l’accesso telematico ai servizi pubblici ne è un esempio concreto. Soprattutto oggi, in un periodo in cui gli spostamenti devono essere limitati, è importante semplificare la vita dei cittadini, risparmiando loro un po’ di burocrazia”.

Il Comune di Fiesole apre un nuovo canale di comunicazione per i propri cittadini.Un modo semplice e veloce per ricevere le informazioni su viabilità, eventi di protezione civile, chiusure temporanei di servizi, eventi e altre informazioni utili. Per usufruire del servizio e ricevere le informazioni sul proprio telefonino, basterà seguire queste semplici indicazioni:

  1. salvare il numero telefonico 366 3467324 nella propria rubrica
  2. inviare tramite WhatsApp a questo numero un messaggio con scritto ATTIVAZIONE

Entro 48 ore (due giorni lavorativi) verrà inviato un messaggio di benvenuto con le indicazioni sulla privacy e il servizio sarà attivato. Nessun utente potrà vedere gli altri contatti; il servizio è unilaterale, ovvero utilizzato solo dal Comune verso i cittadini e il numero di cellulare verrà utilizzato solo per questo servizio. Questo numero non risponde a telefonate o altri messaggi e neppure a segnalazioni dei cittadini che, per contattare il Comune, dovranno utilizzare i canali di sempre, ovvero i telefoni interni o gli indirizzi di posta elettronica degli Uffici. Il servizio è gratuito e, comunque, ciascun utente potrà cancellarsi in qualsiasi momento dal servizio, mediante l’invio del messaggio CANCELLAZIONE

“Sono molto felice che siamo riusciti ad attivare questo servizio. – commenta il Sindaco Anna Ravoni – Infatti non avendo la possibilità di avere un addetto stampa, per i noti problemi di bilancio che tutti conoscono, ormai da molti anni le uniche comunicazioni ai cittadini avvengono con brevi comunicazioni sul nostro sito o sui nostri canali social che, però, non tutti i cittadini riescono a leggere. Questo, invece, è un modo più diretto e veloce in quanto tutti oggi hanno un telefono cellulare e tutti, volendo, possono attivare Whatsapp. Per noi, così, sarà più facile dare informazioni su eventi e servizi e soprattutto sulle emergenze. Un modo, insomma, per comunicare con i cittadini e renderli più partecipi della vita amministrativa e degli eventi che li riguardano e che risulta particolarmente importante in un periodo come quello che stiamo vivendo.”

Redazione Nove da Firenze