Rinnovato sito web di Fondazione Musei Senesi

Lanciata #bicigramsiena iniziativa per condividere immagini su Instagram


TURISMO — Si intitola #bicigramsiena il challenge fotografico, promosso dalla Provincia di Siena su Instagram e dedicato agli amanti delle due ruote. Fino al 2 dicembre i cicloturisti e tutti gli appassionati di bicicletta potranno condividere le immagini scattate durante i loro percorsi, grazie a uno smartphone o un tablet e a un profilo Instagram. Basterà scrivere l’hashtag #bicigramsiena per partecipare al Challenge, durante il quale verranno selezionate le migliori fotografie che diventeranno la copertina della pagina Facebook e del canale Youtube delle Terre di Siena per tutto il mese di febbraio. Saranno gli utenti a decidere il vincitore, dando il proprio Like alle immagini preferite. #bicigramsiena è realizzato dalla Provincia di Siena con il brand “Terre di Siena”, in collaborazione con Instagramers Siena. Per informazioni sul challenge fotografico è possibile visitare la pagina Facebook e seguire il profilo Instagram @TerrediSiena.

Fondazione Musei Senesi ancora più al passo con le nuove tecnologie: una nuova piattaforma web aggiornata, nella grafica e nella struttura, permetterà di promuovere al meglio – da oggi anche attraverso la possibilità di generare nuovi siti monografici dedicati ai singoli musei – lo straordinario patrimonio del nostro territorio. Il sito istituzionale dedicato alla Fondazione Musei Senesi, ha mantenuto le sue caratteristiche distintive, tanto care agli utenti, ma è stato completamente rinnovato e semplificato nella grafica, oggi più efficace e friendly, e nella struttura di navigazione, più fluida e immediata. Da sottolineare la presenza di un nuovo shop on-line, che permette l’acquisto dei volumi realizzati da Fondazione Musei Senesi (guide, cataloghi e studi relativi ai musei o alle iniziative promosse all’interno degli stessi) oltre che, prossimamente, di prodotti del territorio; di un calendario, che consente di visualizzare, giorno per giorno e nei giorni a venire, le iniziative in corso presso i musei del territorio, così da consentire anche ai turisti di programmare la loro visita in base agli eventi; la funzione “portami qui” per aiutare coloro che non risiedono nelle Terre di Siena a raggiungere i musei con la massima facilità utilizzando le tecnologie di georeferenziazione di Google Map; la possibilità di iscriversi gratuitamente alla newsletter settimanale, oltre che di sostenere la Fondazione Musei Senesi e i suoi progetti attraverso donazioni libere, il 5 per mille o, data l’emergenza di questi giorni, contribuendo alla campagna di raccolta fondi per la ricostruzione del Museo della Mezzadria di Buonconvento. Grande rilevanza hanno poi tutti gli strumenti social: è infatti possibile accedere facilmente ai profili Facebook, Twitter, Linkedin e Pinterest di Fondazione Musei Senesi, per tenersi aggiornati sulle attività in corso e raccontare la propria esperienza come visitatori, nonché al canale Youtube, sul quale è possibile visualizzare, fra gli altri, i bellissimi docu-movie dedicati ai diversi territori della provincia di Siena e ai musei. Un’altra straordinaria funzionalità del nuovo sistema è la possibilità di generare siti monografici per ogni singolo museo partecipante. Con una struttura di navigazione e una grafica e derivata dal sito “madre”, il nuovo spazio web sarà del tutto autonomo e gestito direttamente dai singoli musei “federati” in continuo dialogo con Fondazione Musei Senesi, così da ottimizzare la visibilità e la diffusione di eventi e notizie. Anche in questo caso grande peso hanno gli strumenti social, il calendario dedicato alle iniziative di ogni singola struttura e un focus speciale sulle attività educative rivolte non solo alle scuole, ma anche agli adulti, a percorsi di trekking alla scoperta del territorio. La prima monografia già online è dedicata al Museo del Tartufo di San Giovanni d’Asso, animato, proprio in questi giorni, dalla consueta Mostra del Tartufo Bianco delle Crete Senesi. Come ha dichiarato il Presidente Gianni Resti: “L’obiettivo non è solo quello di rendere gli strumenti web oggi disponibili sempre più attuali e al passo con i tempi, ma anche – e forse soprattutto – quello di dotare ogni museo partecipante di un sito web autonomo, ma coerente con la missione e l’immagine coordinata della Fondazione Musei Senesi, al fine di renderne immediatamente disponibili i contenuti, oltre che di restituire “all’internauta” un servizio coerente, unitario e immediatamente percepibile come un unico “frutto digitale” delle Terre di Siena.

Redazione Nove da Firenze