Colore, Biancone si illumina di viola, il Meyer di blu

Domenica la celebrazione. In programma anche una mostra fotografica e un convegno all’Istituto degli Innocenti


BAMBINI — Il Biancone immerso in una luce viola per sensibilizzare e informare la popolazione in merito alle nascite premature, alle possibili conseguenza e alla loro prevenzione.
È una delle iniziative organizzate in occasione della Giornata mondiale della prematurità in programma domenica 17 novembre; celebrata la prima volta nel 2008 da gruppi di genitori in tutta Europa e i genitori dei bambini nati pretermine, riuniti nel Coordinamento Nazionale Vivere Onlus e nella Fondazione Europea EFCNI. Nel 2011, è stata celebrata per la prima volta a livello mondiale e da allora, molti gruppi, società, organizzazioni, aziende e anche singole persone di tutto il mondo si sono uniti per celebrarla. Ora la World Prematurity Day è riconosciuta in tutto il mondo, e coinvolge più di 60 paesi a livello mondiale, raggiungendo quasi 1,5 miliardi di persone. La prematurità è più diffusa di quello che si possa pensare: un bambino su dieci nasce infatti prematuro. Una percentuale che si conferma anche in Italia dove ogni anno nascono oltre 40.000 bambini prima del tempo. Si tratta di fenomeno ancora poco conosciuto e molto spesso poco considerato che, però, cresce di numero di anno in anno.
“Sono contenta che anche quest’anno il Biancone sia stato scelto quale testimonial della Giornata mondiale di sensibilizzazione sulla prematurità – dichiara la vicesindaco Stefania Saccardi –. Come Amministrazione abbiamo volentieri dato una mano perché si tratta di una importante opera di informazione della cittadinanza. E voglio ringraziare le associazioni per questa iniziativa e per loro impegno quotidiano a fianco dei genitori di bambini prematuri”.
Per quanto riguarda le iniziative fiorentine, Piccino Picciò Onlus Associazione Genitori Neonati a Rischio, attiva a sostegno dei bambini ricoverati in terapia intensiva neonatale e dei loro genitori, in collaborazione Vivere Onlus Coordinamento Nazionale delle Associazioni per la Neonatologia e con il patrocinio del Comune di Firenze, ha organizzato tre eventi. Oltre all’illuminazione di viola della Fontana del Nettuno nelle notti dal 16 al 19 novembre, la Sala delle Vetrate alle Murate domenica ospiterà la mostra fotografica “Socks For Life” (orario 15-18) mentre martedì 19 novembre presso l’Istituto degli Innocenti, è in programma il convegno “Prematurità: prevenzione, cura, famiglie”. Il convegno è gratuito ed aperto a tutti.
“Socks For Life” oltre che il titolo della mostra è anche lo slogan della giornata e anche quest’anno sono moltissime le scarpine da neonato fatte a mano che mamme e nonne hanno confezionato per noi. Sono arrivate da tutta Italia e addirittura c’è chi è arrivato da Milano per consegnarle personalmente e conoscere l’associazione.
Anche artisti e personaggi famosi sono stati invitati a sostenere questa campagna. Lo scultore Fiorentino Paolo Staccioli ha preparato una scultura, il CT della Nazionale Italiana Cesare Prandelli ci ha donato la maglia della Nazionale autografata, la Cavalli Spa sta preparando un calzino speciale. Altre opere e donazioni sono arrivate alla Fondazione Europea EFCNI da artisti e personaggi famosi in Europa, il pittore tedesco René Boll, il premio Nobel austriaco
Elfriede Jelinek, la fotografa greca Kanella Tragousti e molte altre. Con una selezione delle opere e donazioni sarà allestita in primavera una mostra al Parlamento Europeo.
Per informazioni: www.piccinopiccio.it www.vivereonlus.com

Lunedì 18 novembre alle ore 17,30 il Meyer celebra la Giornata Mondiale del diabete
Un lancio di palloncini azzurri nel cielo del Meyer. Così lunedì 18 novembre alle ore 17,30 all’ingresso dell’ospedale pediatrico di Firenze si aprirà la kermesse dedicata a questa malattia che ogni anno annovera 90 nuovi casi tra i giovanissimi in Toscana. Seguirà il concerto dei Musici si Sansapelcro e alle 18 nella Hall Serra si terrà “Luci e ombre nel diabete del bambino”, incontro che raccoglierà più testimonianze. All’evento parteciperanno Luigi Marroni, Assessore per il Diritto alla Salute di Regione Toscana, Manuela Granaiola, Senatrice Segretaria della Commissione Sanità del Senato, Eugenio Giani, presidente del Consiglio comunale di Firenze, Tommaso Langiano, Direttore Generale AOU Meyer, Valdo Flori Segretario FIMP Firenze e referente della formazione dei pediatri di famiglia, Sonia Toni, Responsabile del Centro di Riferimento Regionale Diabetologia Pediatrica del Meyer; Alessandra Kidd, Vice Presidente dell'Associazione Toscana bambini e giovani con diabete e Jacopo Ortolani, autore del libro di “narrativa medica” sul figlio colpito da diabete alla nascita.. L’evento si concluderà con due riconoscimenti: la premiazione delle Caramellite e la consegna della donazione degli Amici di San Sepolcro per il progetto dell’Isola Ritrovata, la realizzazione di una casetta di legno dove fare educazione terapeutica sul diabete per le famiglie e i bambini con diabete. Il nome del progetto ricorda l’estrema importanza dell’informazione su questa malattia che, a chi ne soffre, distrugge l’isola pancreatica. Da qui appunto “L’Isola ritrovata”. L'evento conclude una settimana di celebrazioni per la Giornata Mondiale del Diabet che ha "acceso" di blu la facciata del Meyer (nelle foto).

Redazione Nove da Firenze