Lega pro Prima divisione Girone b: i primati di Pontedera, Pisa e Prato

Tre squadre toscane stanno stupendo per record e numeri


CALCIO — Si parla di Roma, di grandi numeri, di sette vittorie consecutive, squadra imbattuta e prima da sola in serie A. Insomma applausi a scena aperta ma elogi arrivano anche in Toscana per altri primati, sicuramente inferiori ma sempre importanti sportivamente parlando. In Lega Pro, Prima Divisione girone B, tre squadre toscane stanno stupendo per record e numeri. Iniziamo dal Pontedera che a sorpresa si trova a comandare la classifica di un gruppo che alla partenza vedeva in pole position il Lecce di Miccoli, il Benevento di Evacuo, la Salernitana di Lotito, il Perugia di Comotto ma che ora deve fare i conti, anche duri, con gli uomini di Indiani, in testa alla graduatoria con il miglior attacco, Grassi-Arrighini coppia gol devastante, e granata ancora imbattuti che avanzano la testa anche sopra il Pisa, formazione di Pagliari che comunque è a soli tre punti dal Pontedera primo a 17 e che partendo con pochi riflettori puntati sta stupendo tutti. I neroazzurri del presidente Battin,infatti, dopo la finale playoff persa nella passata stagione sportiva contro il Latina, hanno cambiato quasi completamente la rosa, eppure i risultati sembrano essere gli stessi o addirittura migliori, se è vero che quest’anno il Pisa ha in attacco un bomber di razza,Arma acquistato dal Carpi, neopromosso in B,dal direttore generale Lucchesi per soli 4.500 euri (l’incasso dell’amichevole estiva proprio contro gli emiliani) più giovani dal grande futuro,su tutti il giovane palermitano Goldaniga,vera diga della difesa con movenze alla Nesta. Tutto questo ha portato finora su sette partite, 14 punti, con dieci di questi realizzati in 4 trasferte dove sta stabilendo un primato; il Pisa infatti è l’unica squadra professionistica che non ha ancora preso nemmeno una rete fuori dalle mura amiche neanche la Roma è riuscita in simile impresa avendo subìto un gol nella vittoriosa trasferta di Parma.

E dal Pisa al Prato che partito con una rosa ristretta e strapiena di giovani si trova a quota 11 e con un record, ancora imbattuto come il Pontedera, e in questo girone solo il Catanzaro,come le due formazioni toscane, non ha ancora perduto. Gli uomini di Esposito stanno dimostrando che seppur il presidente Toccafondi non abbia più voglia di investire troppo possono ugualmente lottare contro chiunque. Certo è solo l’inizio del campionato, però il proverbio dice che..chi ben comincia è a metà dell’opera.

di L. B.

Redazione Nove da Firenze