Lavoro e reddito alle donne: per un'economia più equa e un mondo senza fame

Oxfam Italia lancia anche a Firenze e in Toscana una campagna di solidarietà, in sostegno dei diritti delle donne di 14 paesi del Sud del mondo. Dal 14 maggio al 2 giugno è possibile donare 2 euro inviando un sms al 45505


INTERVISTA VIDEO — Oxfam Italia, un’associazione umanitaria nata in Toscana, da oltre 30 anni al lavoro per combattere l’ingiustizia della povertà, lancia anche a Firenze e sul territorio regionale, la campagna di raccolta fondi Per un futuro senza fame. Dal 14 maggio al 2 giugno 2013, tramite sms solidale (o rete fissa) al 45505, si potranno donare 2 euro per coltivare un futuro migliore e un pianeta più giusto senza l’incubo della fame. I fondi raccolti saranno destinati a migliorare le condizioni di vita delle donne e delle loro comunità, il loro accesso alle risorse, al credito e ai diritti fondamentali come la salute.

L'intervista di Antonio Lenoci a Lorenzo Ridi responsabile per Firenze di Oxfam Italia



Grazie all’aiuto delle donne fiorentine e toscane e di chi vorrà dare il proprio contributo, Oxfam conta di raggiungere 18.700 persone in Sud Africa, Cambogia, Sri Lanka, Honduras, Ecuador, Territori occupati palestinesi, Bosnia Erzegovina, Albania, Haiti, Ecuador, Repubblica Dominicana, Brasile, Marocco, Repubblica Democratica del Congo.

“Su 1,3 miliardi di persone che vivono in estrema povertà nel mondo, più di 2/3 sono donne e ragazze, la maggior parte di loro vive in zone rurali e il 70% dei bambini che non hanno accesso all’ istruzione sono bambine - spiega Maurizia Iachino, presidente di Oxfam Italia - Le donne guadagnano solo 1/3 del reddito mondiale, ma l’insieme delle loro ore di lavoro corrisponde ai 2/3 di quello mondiale. Secondo le Nazioni Unite, colmare il divario delle donne che lavorano in agricoltura nei confronti degli uomini, in termini di opportunità e accesso alle risorse, potrebbe salvare dalla fame fino a 150 milioni di persone. Con i fondi raccolti garantiremo reddito e potere di acquisto a migliaia di contadine e di comunità agricole rafforzando la vendita dei prodotti nei mercati locali e incentivando la produzione attraverso pratiche agricole sostenibili”.

Le donne sono da sempre il motore del cambiamento; per questo, sostenere una donna, rafforzare la sua autonomia, il suo potere e le sue competenze, significa aiutare la sua famiglia e la sua comunità a uscire dalla povertà.

La campagna Per un futuro senza fame è sostenuta dalla conduttrice televisiva Ilaria D’Amico e dalla cantautrice Malika Ayane, protagoniste dello spot della campagna, realizzato con il contributo dell’agenzia creativa The Beef e la casa di produzione Film Master.

La testimonianza di Ilaria D’Amico e di Malika Ayane.

“Una donna sa che non bisogna mai arrendersi di fronte alle difficoltà, anche quando la sfida sembra impossibile. Ecco perché anche quest’anno ho deciso di dare il mio contributo alla battaglia di Oxfam contro fame e povertà, che mette al centro le donne come chiave di cambiamento. Quando la posta in gioco è la vita di milioni di bambini, donne e uomini - dice Ilaria D’Amico – la scelta degli strumenti è fondamentale e la grande esperienza e trasparenza di Oxfam è la garanzia necessaria. Le donne sono il motore del mondo soprattutto in quella parte del mondo dove la lotta contro le privazioni è una battaglia quotidiana. Sostenerle, renderle autonome e metterle al centro della macchina produttiva ci farà giocare un’altra partita, per un futuro migliore per tutti!”

“Sono stata con Oxfam in Marocco. Era la prima volta che tornavo in quella terra senza che c'entrassero i miei affetti – dice Malika Ayane - Ho visitato zone rurali nascoste da chilometri e chilometri di paesaggi in continuo cambiamento e incontrato donne poverissime, ma con occhi fieri, sognatori e coraggiosi. Oxfam Italia dà loro strumenti e sostegno formativo per trasformare in realtà i loro sogni di autonomia. Con la consapevolezza, infatti, si crea sviluppo e così le basi per un popolo libero. Perché i figli di queste donne straordinarie possano scegliere per se stessi e non essere costretti all’emigrazione come unica alternativa alla povertà.”

Come donare:
Dal 14 maggio al 2 giugno al 45505 è possibile donare 2 € con SMS da cellulare TIM, Vodafone, Wind, 3, PosteMobile, CoopVoce, Noverca, 2 € con chiamata da rete fissa TwT e 2 o 5 € con chiamata da rete fissa Telecom Italia, Infostrada, Fastweb.
E’ inoltre possibile, specificando la causale “No alla fame 2013”, donare tramite: carta di credito su www.oxfamitalia.org o al numero verde 800.99.13.99; bollettino postale 14301527 intestato a Oxfam Italia; bonifico bancario sul conto n. 000000102000 di Banca Etica (IBAN IT03Y05018002800000000102000)

La campagna di raccolta fondi è sostenuta da:
Tim/Telecom, Vodafone, Wind/Infostrada, 3, Poste Mobile, Coop Voce, Noverca, Fastweb,TWT
Segretariato sociale Rai – dal 27 maggio al 2 giugno
Mediafriends Onlus – dal 19 al 25 maggio
LA7 – dal 19 maggio al 2 giugno
Sky per il sociale – dal 27 maggio al 2 giugno
Deejay TV
Grandi Stazioni – dal 26 maggio al 2 giugno
Trenord
Radio 101, Radio Capital, Discoradio, Radio Subasio, Radio Gruppo Finelco (Radio 105, Radio Montecarlo, Virgin Radio)
E le seguenti aziende: Coin, Euronics, Fidenza Village.


Redazione Nove da Firenze