Attesi a Firenze Barroso, Boldrini, Bonino e Amato

Tra gli ospiti più attesi José Manuel Barroso, Laura Boldrini, Emma Bonino, Giuliano Amato, Shirin Ebadi, Krystian Zimerman, Stefano Bollani, Giorgio Albertazzi e tanti altri


FESTIVAL EUROPA — Nell'Anno europeo dei cittadini torna nel capoluogo toscano la seconda edizione del Festival d’Europa, un evento di rilievo internazionale promosso dalle maggiori istituzioni europee, nazionali e regionali. Obiettivo della manifestazione è incoraggiare e sostenere la partecipazione democratica dei cittadini dell'Unione Europea, a pochi mesi dal conferimento del premio Nobel per la Pace. Prestigiose location cittadine ospiteranno convegni, seminari, workshop, spettacoli e concerti dal vivo che coinvolgeranno istituzioni accademiche, centri di ricerca, osservatori politici e associazioni culturali di rilievo nel panorama nazionale e internazionale.
Tra gli ospiti più attesi José Manuel Barroso, Laura Boldrini, Emma Bonino, Giuliano Amato, Shirin Ebadi, Krystian Zimerman, Stefano Bollani, Giorgio Albertazzi e tanti altri…

Il Festival d’Europa 2013 vede coinvolti in prima linea le maggiori Istituzioni europee, nazionali e locali quali: il Ministero degli Affari Esteri, l’European University Institute, la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, l’Ufficio di Informazione del Parlamento Europeo in Italia, il Dipartimento per le Politiche Europee, la Regione Toscana, il Comune di Firenze, la Provincia di Firenze, l’Agenzia LLP Italia/INDIRE, l’Università degli Studi di Firenze, l’Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana, la Camera di Commercio di Firenze, il Movimento Federalista Europeo, il Consiglio Italiano del Movimento Europeo, la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. Il coordinamento è affidato a Fondazione Sistema Toscana.

Tutto pronto per il Festival d'Europa edizione 2013. Da martedì 7 sino a domenica 12 maggio, in un momento decisivo per il futuro dell’Unione Europea, Firenze ospita un evento internazionale con protagonisti di primo piano della politica, dell’economia e della cultura contemporanea - dal premio Nobel per la pace Shirin Ebadi, al Presidente della Commissione Europea José Manuel Barroso, dal Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini, al neo Ministro degli Esteri Emma Bonino, dal senatore Mario Monti, al Presidente della Repubblica di Bulgaria Rosen Plevneliev, dal Ministro degli Interni francese Manuel Valls alla Commissaria Europea Cecilia Malmström, e ancora Giorgio Albertazzi, Krystian Zimerman e Zubin Mehta.

Ad aprire il Festival un fuori programma d'eccezione: Stefano Bollani con “Prove per un concerto”, anteprima del suo tour con l'Orchestra della Toscana, un’esclusiva per i giovani studenti fiorentini (Teatro Verdi, ore 13.00, ingresso gratuito). Alle 18.00 riflettori puntati su Piazza della Signoria dove la manifestazione prende ufficialmente il via con le esibizioni di Europa Performances, un progetto originale di Fondazione Sistema Toscana che racconta le origini e la storia di Europa attraverso le suggestioni del teatro, della musica e della danza.

Nella prima performance, Europa3, un'attrice fa rivivere il mito di Europa all'interno di un cubo di plexiglass di 2 metri cubi collocato in prossimità della Loggia dei Lanzi, una moderna teca trasparente che espone, protegge, ma allo stesso tempo isola e da cui, attraverso l’interpretazione
dell’attrice, scaturisce con forza il desiderio di rinascita. Una performance che denuncia la natura prettamente burocratica ed economica dell'unità europea e invita a una riflessione sulla percezione del vecchio continente, soprattutto in vista di una nuova identità, proiettata al futuro e globalizzata. Europa3 è realizzata da Murmuris Teatro, giovane realtà che si occupa di creazione teatrale e della direzione artistica del Teatro Everest di Firenze, e durante il Festival si ripeterà ogni giorno in Piazza San Giovanni dalle 19.00 alle 19.30.

Sounds of Europa è il nome della performance musicale che, a partire dalle 18.30, farà risuonare Piazza della Signoria delle note di Straus, Salieri, Dvořák, Britten e Monti. In scena l'Orchestra Giovanile di Firenze, diretta da Janet Zadow. Anche Sounds of Europa torna come appuntamento quotidiano
del Festival (in Via Martelli dalle ore 18.00 alle 18.30), un’occasione per ascoltare alcune giovani formazioni musicali impegnate in un repertorio di musica classica, moderna e jazz liberamente ispirata alla cultura europea.

In programma: mercoledì 8 e sabato 11 maggio: No Time Jazz Band - Athenaeum Musicale Fiorentino; giovedì 9 maggio: Fanfara della Scuola dei Marescialli e dei Brigadieri dei Carabinieri di Firenze; venerdì 10 maggio: Filarmonica di Firenze G. Rossini; domenica 12 maggio: Rete Regionale Flauti Toscana

Alle 19.00, presso la Loggia dei Lanzi, i saluti delle istituzioni precederanno la cerimonia del taglio del nastro che darà ufficialmente il via all’edizione 2013 del Festival d’Europa.

Al termine della cerimonia istituzionale, un nuovo momento di arte e cultura con Ana Sophia Scheller e Gonzalo Garcia, interpreti del New York City Ballet, e protagonisti di Dance as sculpture, la video installazione che mette in scena, nella splendida cornice della Loggia dei Lanzi, la storia di
Europa e del suo rapimento da parte di Zeus. Una favola moderna in sei atti che, attraverso coreografie originali e mixando danza classica, contemporanea e hip pop, propone al pubblico un viaggio suggestivo e poetico del mito di Europa: figura simbolo di purezza e classicità che attraverso
l’incontro con il potere e la magnificenza, impersonati da Zeus, diventa consapevole del proprio destino e del ruolo che la storia le ha affidato.
Nella performance Ana Sophia Scheller e Gonzalo Garcia, affiancati da sei danzatori del Balletto di Torino, indossano costumi originali realizzati da Loretta Caponi. Dance as sculpture ha ottenuto l'autorizzazione della Fondazione The George Balanchine Trust di New York per l'utilizzo della coreografia di Apollon Musagète nel quinto atto. Durante il Festival Dance as sculpture sarà proiettata ogni giorno dalle ore 20.00 alle ore 00.00.

Il Festival d’Europa 2013 vede coinvolti in prima linea le maggiori Istituzioni europee, nazionali e locali quali: il Ministero degli Affari Esteri, l’European University Institute, la Rappresentanza in Italia della
Commissione Europea, l’Ufficio di Informazione del Parlamento Europeo in Italia, il Dipartimento per le Politiche Europee – Presidenza del Consiglio dei Ministri, la Regione Toscana, il Comune di Firenze, la Provincia di Firenze, l’Agenzia LLP Italia/INDIRE, l’Università degli Studi di Firenze,
l’Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana, la Camera di Commercio di Firenze, il Movimento Federalista Europeo, il Consiglio Italiano del Movimento Europeo, la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. Il coordinamento è affidato a Fondazione Sistema Toscana.

Redazione Nove da Firenze