Premio Ciampi città di Livorno, da Vecchioni a Pagani ascoltando buona musica

Roberto Vecchioni, Eugenio Finardi e Morgan tra i protagonisti. Tributo a Herbert Pagani con Marco Ferradini. Presentazione Cd "Cosa resta di Piero Ciampi"


MUSICA —

Torna a Livorno il consueto appuntamento con la musica d'autore nel nome del poeta e musicista Piero Ciampi prematuramente scomparso nel 1980.
La città toscana continua così ad essere un punto di riferimento importante per la canzone d’autore di qualità nel nostro Paese. E lo fa con un programma straordinariamente ricco, che ruoterà intorno ad un tema centrale: "La cultura non è un lusso”, che caratterizzerà la maggior parte degli eventi, concludendosi il 27 ottobre con una grande kermesse al Teatro Goldoni. Tra i protagonisti Roberto Vecchioni ed Eugenio Finardi che saranno insigniti dei premi alla carriera in una notte ricca di eventi in cui si esibiranno anche Claudio Lolli, Morgan e Bobo Rondelli. A rappresentare la scena internazionale Kenny White, autore cult newyorkese con un passato legato alla produzione di jingle pubblicitari. Il concertone di sabato 27 ottobre ha in scaletta anche la presentazione di due progetti: il primo è un omaggio a Herbert Pagani di Marco Ferradini (a Livorno verrà presentato il Cd "La mia generazione"), il secondo vede al centro il gruppo napoletano Letti Sfatti che proprio nel giorno del Premio pubblica il cofanetto "E se il mondo somigliasse a Piero Ciampi", con un cd, un videoclip e un documentario con il poeta e cantautore labronico sempre in primo piano. Il gruppo napoletano si esibirà assieme a Peppe Lanzetta. Completano il cast La Metralli ed Il Generale & No Lounge, rispettivamente vincitori del "concorso nazionale" e del “premio per la migliore cover" di un brano ciampiano. Chiuderanno la serata gli ukulele incandescenti dei Sinfonico Honolulu. Al gruppo la Metralli sarà assegnata anche targa SIAE.

Molte le iniziative in programma, a partire dal 19 ottobre al Teatro C di Livorno: un vero e proprio party all'insegna della buona musica per presentare la compilation "Cosa resta di Piero Ciampi", disco di cover ciampiane registrate durante le più recenti edizioni del Premio. Alla festa prenderanno parte molti dei protagonisti della raccolta. Il 2012 è il centenario della nascita di Giorgio Caproni e il Premio Ciampi rende omaggio alla figura del grande poeta, che proprio a Livorno è nato ed ha trascorso i primi anni della sua vita presentando (Sabato 20 ottobre e domenica 21 ottobre, ore 21.00 Teatro Il Grattacielo) assieme al Centro artistico Il Grattacielo lo spettacolo teatrale “Caproni” di Alessandro Brucioni e Michele Crestacci. Valerio Nardoni aprirà lo spettacolo teatrale con una breve nota sulla musica di Ciampi e la poesia di Caproni, per un
inedito ma stretto abbraccio fra i due grandi artisti livornesi. Martedì 23 ottobre (ore 21.30 La Bodeguita): torna a Livorno, dove vinse il premio Ciampi nel 2000, Riccardo Maffoni. La stessa sera si esibirà anche Matteo Malquori che ottiene una segnalazione dalla giuria del Premio Ciampi 2012. Torna il Premio L’Altrarte (Mercoledì 24 ottobre Teatro C ore 21.00 ingresso libero) che quest’anno sarà assegnato a. Maria Lai. La stessa sera ci saranno esibizioni di Sara Loreni, già vincitrice nel 2010, che presenterà il suo nuovo progetto “loop solo” e del duo Emiliano Dominici ed Alessandra Falca.

Appuntamento da non perdere Giovedì 25 ottobre (ore 21.00 Centro Musicale Polifunzionale “Percorsi Musicali”, ingresso libero) con il concerto di Patrizio Fariselli (Area) piano solo, opening act “Piccoli animali senza espressione”. Fariselli al Premio Ciampi presenterà alcuni brani tratti da “Piccolo Atlante delle costellazioni estinte” e da “AREA Variazioni per Pianoforte”. Venerdì 26 ottobre ore 21.00 Teatro La Goldonetta (ingresso libero) verrà assegnato il Premio Ciampi – Valigie Rosse 2012 al francese Charles Juliet, personaggio di grandissimo rilievo nel panorama della poesia francese, con la sua antologia “Mietiture”, curata e tradotta da Federico Mazzocchi ed all'italiano Giacomo Trinci con la sua plaquette inedita “Sul finire”. A seguire lo spettacolo teatrale “Non si sa dove si va, ma si va” di e con Carlo Monni ed Andrea Kaemmerle, uno spettacolo ispirato alla Vita Agra di Luciano Bianciardi, con canzoni di Piero Ciampi. Aprirà la serata "Storia a tre voci" Testo tratto da " Commiato di Andromeda" di Andrea Inglese, Musiche di Sara dei Vetri e Piero Ciampi.

La giornata finale (Sabato 27 ottobre) si aprirà (ore 9.30 Teatro La Goldonetta) con l’incontro-dibattito “La cultura non è un lusso” coordinato dal direttore artistico del Premio Franco Carratori, al quale prenderanno parte il Sindaco del Comune di Livorno Alessandro Cosimi, il Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Pisa, Maurizio Alfonso Iacono, il poeta, scrittore e musicista Marco Rovelli ed alcuni dei musicisti che la sera parteciperanno al concerto finale del Premio. Tra questi Eugenio Finardi, Claudio Lolli e Bobo Rondelli.
Alle ore 18.00 alla Goldonetta ci sarà la premiazione dei vincitori del Premio Ciampi 2012 preceduto da un incontro con Roberto Vecchioni. A seguire la presentazione del progetto “Marco Ferradini canta Herbert Pagani - La mia generazione” con Marco Ferradini e Giovanni Poggio e la presentazione del cd/dvd “ E se il modo somigliasse a Piero Ciampi” con Letti Sfatti e Peppe Lanzetta.


Il Premio Ciampi – Città di Livorno è promosso dall’Associazione Premio Ciampi/Arci in collaborazione con Regione Toscana, Comune di Livorno, Provincia di Livorno, Fondazione Cassa di Risparmi di Livorno, Fondazione Teatro Goldoni e Siae.

Redazione Nove da Firenze