Matteo Renzi al Giffoni incassa il sostegno di Leonardo Pieraccioni

L’attore al Giffoni Film Festival parla della situazione politica e sostiene il sindaco di Firenze. Pieraccioni: "Sostengo Renzi ma per fare il leader deve lasciare i suoi Pokemon"


POLITICA —
Matteo Renzi? E’ uno su cui puntare. Certo è ancora giovane per fare il leader, gli mancano due anni per diventare maggiorenne, ma quando lascerà i suoi pokemon , farà cose eccezionali Leonardo Pieraccioni, ospite del Giffoni Film Festival lo stesso in cui è atteso anche il sindaco di Firenze Matteo Renzi per una masterclass con i giovani giurati, scherza e sostiene il suo conterraneo. “Conosco Matteo da molto tempo, ha tantissime energie e in questo momento ben vengano, io lo sostengo”, ha proseguito l’attore.

“Oggi in politica sembra che l’unico problema sia far dimettere la Minetti, come se le sue dimissioni fossero la cura di tutti i mali – ha affermato Pieraccioni -. Siamo spettatori di un teatrino infinito già visto, si è perso il senso della politica. E’ come se l’amministratore di condominio, durante la riunione, parlasse solo dei suoi problemi…”.

Dalla sfida per le primarie al Giffoni Film Festival. Invitato dal collega Sindaco di Giffoni, Paolo Russomando, Matteo Renzi si trova nella cittadina in provincia di Salerno dove potrà conoscere la realtà del Festival per ragazzi più famoso al mondo.
Prima tappa del Sindaco di Firenze sarà la visita alle Mostre ispirate al tema del festival: la felicità. Renzi incontrerà, poi, un gruppo di ragazzi tra i 18 e i 23 anni nel tradizionale appuntamento della Masterclass, la sezione speciale del Festival in cui i giovani giurati dialogano con un personaggio senza filtri e con molta creatività.
Un incontro che si preannuncia molto importante e che metterà a confronto anche la politica culturale di una città d'arte come Firenze con quella di un piccolo centro come Giffoni Valle Piana dove da 42 anni, grazie all'impegno del direttore artistico Claudio Gubitosi, il festival del cinema con i film, gli incontri con grandi personaggi della cultura e dello spettacolo forma le generazioni del futuro.

Redazione Nove da Firenze