Mare Sicuro 2012: cani bagnino in azione

Nella giornata domenica 1 Luglio, sulla spiaggie del Golfo di Baratti, hanno preso servizio le Unità Cinofile da Salvataggio della S.A.U.C.S. Costa Maremmana, associazione di volontariato appartenente alla Protezione Civile della Regione Toscana


SPIAGGE — Nella giornata domenica 1 Luglio, sulla spiaggie del Golfo di Baratti, hanno preso servizio le Unità Cinofile da Salvataggio della S.A.U.C.S. Costa Maremmana, associazione di volontariato appartenente alla Protezione Civile della Regione Toscana.

I cani, si sa, sono i migliori amici dell’uomo. E grazie a loro, anche in questa estate torrida, sarà possibile vivere il mare con un po' più di tranquillità. Fino al 26 agosto, infatti, 10 unità cinofile da salvataggio presidieranno con splendidi esemplari di labrador, terranova, golden retriver e bovari del bernese, tutta la spiaggia del Golfo di Baratti. Il servizio sarà attivo tutti i week end dalle ore 10.00 alle 18.00.

“Sebbene lo scorso anno fossimo presenti sia a Baratti che a Castiglione della Pescaia e nonostante le richieste pervenuteci da alcuni Comuni costieri delle province di Grosseto e Livorno, quest'anno - spiega Alessandro Semplici presidente della S.A.U.C.S. Costa Maremmana - abbiamo preferito concentrare le nostre risorse solamente su Baratti in considerazione del fatto che le acque di questa zona risultano particolarmente insidiose a causa delle forti correnti che vi si generano frequentemente.
Inoltre già da 2 anni collaboriamo al pattugliamento del golfo sia con la Guardia Costiera di Piombino, sia con le delgazioni locali di ANPAS e Croce Rossa Italiana”.

Ricordando che nelle ultime 2 stagioni anni di attività i cani della scuola hanno salvato in mare oltre 10 persone, il presidente Alessandro Semplici spiega anche che - oltre a intervenire nelle operazioni di salvataggio, i cani ci permettono di svolgere un’attività di informazione, prevenzione, supporto e di sensibilizzazione al rispetto per animali.

I cani bagnino della S.A.U.C.S. Costa Maremmana, in possesso di brevetto per cane da salvataggio, sono dei soccorritori a tutti gli effetti e prestano la loro opera sempre a fianco del proprio conduttore il quale deve essere in possesso di un brevetto di bagnino e conoscere le tecniche di rianimazione e primo soccorso.

L’ultimo salvataggio risale all'Agosto dello scorso anno, proprio lungo la spiaggia di Baratti. Un tedesco di 45 anni ed i suoi 2 nipotini, trasportati a largo dalla corrente, sono stati prontamente raggiunti da Eva, una golden retriever, che poi ha riportato gli sfortunati a riva attraversando onde di oltre 2 metri.

Redazione Nove da Firenze