La Lega Nord Toscana trova scandalosa la decisione ''400.000 euro per i Rom''

Stanziati dalla Giunta Regionali a favore dei nomadi di Pisa. Interventi di Gian Luca Lazzeri e Claudio Morganti


REGIONE TOSCANA —
«Stanziare 400.000 euro da destinare in questo particolare momento “per lo sviluppo di azioni e interventi nei confronti delle comunità Rom” di Pisa è semplicemente uno scandalo. Visto che non ci sono i soldi per gli anziani non autosufficienti, perché la Regione non ha stanziato una cifra del genere in questo senso?». È ciò che si domanda il consigliere regionale della Lega Nord Toscana, Gian Luca Lazzeri, commentando lo stanziamento di 400.000 euro da parte della Regione Toscana e di 100.000 euro a carico della Società della Salute Zona Pisana per “sostenere e favorire azioni per prevenire e contrastare le situazioni di emergenza nella Zona Pisana in riferimento alle comunità Rom attraverso lo sviluppo di processi volti ad obiettivi di inclusione sociale, con particolare riferimento alle persone presenti nell’area ‘Bigattiera’; applicare soluzioni appropriate rispetto alle diverse tipologie di nuclei familiari presenti e improntate ad alcune pratiche cardine, quali l’inserimento scolastico dei minori, l’inserimento lavorativo e abitativo, il superamento dell’accattonaggio, ecc.”.

«Ci si lamenta – spiega il membro della IV° commissione Sanità – che i tagli del passato Governo ci impediscono di fare tutto, ci si lamenta che non si possono garantire servizi come, per esempio, per gli anziani non autosufficienti, ma poi si gettano al vento le nostre risorse per interventi nei confronti di popolazioni che hanno tutto l’interesse a non integrarsi nella nostra società. È uno scandalo.
A Firenze, per esempio – continua Lazzeri –, ultimamente si sono regalati 400.000 euro di fondi pubblici, destinati ad altri tipi di interventi, ai nomadi di Quaracchi per ritornare nei loro Paesi d’origine, salvo non controllare come venissero usati quei soldi. Prima quelli, poi questi 400.000 euro per i Rom di Pisa. Continua lo sperpero di finanze pubbliche perché non c’è inclusione e lo dimostrano i fatti».

Per l’esponente del Carroccio «quei soldi devono essere destinati all’assistenza domiciliare agli anziani. Il modo migliore per fare integrazione è dare lavoro a queste persone aiutando le famiglie toscane. Chiederemo una verifica sui soldi spesi e sui risultati ottenuti perché queste iniziative di inclusione sono fini a se stesse. Non c’è mai verifica e questo non va bene. La verifica – conclude Lazzeri – deve esserci per tutti e per tutto».

Per l’europarlamentare leghista Claudio Morganti si tratta «di una vergogna inaudita che evidenzia più di qualsiasi altra volta come la Giunta Regionale non stia attenta ai propri cittadini, ma pensi piuttosto a chi saccheggia le nostre città. Mi domando come ci si possa prendere beffa dei cittadini toscani, oggi più che mai in difficoltà, e stanziare 400.000 per progetti per i Rom che falliranno miseramente. Mi domando se questi interventi serviranno a fermare i continui furti e se, soprattutto, insegneranno a questa gente il vivere civile. Questo ulteriore intervento della Giunta toscana dimostra quanto l’esperienza di Quaracchi non abbia insegnato nulla».

Redazione Nove da Firenze