'Fratelli d'Italia' raddoppia a Firenze

Dal 10 al 22 ottobre a villa La Pietra alla New York University Firenze di via Bolognese


LA MOSTRA — Firenze - Dopo l’inaugurazione alla Camera dei Deputati a Montecitorio in occasione delle celebrazioni per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, la mostra itinerante “Fratelli d’Italia” riapproda a Firenze, questa volta presso la sede fiorentina della New York University, Villa La Pietra dove sarà inaugurata sabato 8 ottobre alle ore 17. A ingresso libero, la mostra sarà visitabile su prenotazione dal 10 al 22 ottobre, dal lunedì al venerdì (ore 9-17).

Tramite il concorso internazionale di illustrazione “Fratelli d’Italia”, artisti di tutto il mondo erano stati chiamati ad esprimere la propria creatività su temi come l’unità nazionale, il federalismo, l’amore per la patria, la solidarietà e i valori base della nostra identità nazionale. Al concorso hanno partecipato 489 artisti, 300 italiani e 189 stranieri, in rappresentanza di 53 paesi.

Le opere vincitrici, esaminate e premiate da una giuria presieduta dal celebre grafico pubblicitario Gavino Sanna, sono state raccolte ed esposte in questa mostra itinerante che ha già fatto tappa a New York, Canberra, Buenos Aires, Hornu, Vaughan , Roma, Cagliari, e che, dopo Firenze, toccherà Torino.
Tantissimi i maestri italiani: da Chiappopri (Corriere della Sera) a Contemori (La Repubblica), Origone (Secolo XIX), Staino (L'Unità), Nicolini (Libero), Bruna (Panorama), Cattoni, Krancic, Mangosi, Mannelli, Superbi. A questi si aggiungono nomi di fama internazionale del calibro di Ruth Greg (Texas), Sulaj (Albania), Kurtu (Germania), Sliva (Rep. Ceca), Ignat (Romania), Horacio Guerrero (Argentina) per citarne alcuni.

Il concorso e’ stato curato da Bruno Culeddu, coordinatore della circoscrizione Centro Sud della FASI mentre il curatore e direttore artistico della mostra è Luca Paulesu . L’evento presso la New York University di Firenze è stato coordinato dal Professor Davide Lombardo e il progetto di allestimento disegnato dall’architetto Silvia Catitti, che insegna a NYU Firenze.

«Siamo molto lieti - afferma il professor Lombardo – di essere l’unica istituzione privata cui la Fasi ha prestato la mostra "Fratelli d’Italia" e abbiamo voluto dare grande rilevanza alle celebrazioni del cento cinquantenario tramite questi eventi, aperti al pubblico, e indirizzati alla vasta comunità straniera che vive a Firenze.» E aggiunge: «Questo evento si inquadra nel programma di celebrazioni dell’unificazione italiana, 150 = (R)evolution /National Identity, il titolo scelto da NYU Firenze per le manifestazioni in occasione della unificazione italiana. Queste includono, oltre alla mostra, il Festival Cinema Giovane diretto da Vito Zagarrio, anch’egli docente di NYU Firenze, e comprendente per quest’anno una serie di film italiani e una lecture della professoressa Mahnaz Yousefzadeh di NYU New York, la quale ha recentemente pubblicato un libro, City and Nation in the Italian Unification, sull’identità nazionale italiana e le celebrazioni Dantesche del 1865».

L'iniziativa gode dell’alto Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Presidente della Camera dei Deputati e del Ministro della Gioventù e fruisce del patrocinio e del contributo della Regione Autonoma della Sardegna, del Consiglio regionale del Piemonte, del Consiglio Regionale del Lazio e del patrocinio di Regione Toscana, Città di Torino, Comune di Firenze e Città di Cagliari.

Redazione Nove da Firenze