Spettacolo itinerante alla Biblioteca Nazionale di Firenze

Cinque attori ci sveleranno le vicende e i protagonisti che nel corso di due secoli hanno reso la Biblioteca Nazionale il fulcro della nostra identità culturale.


La Compagnia delle Seggiole di Firenze e la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze presentano lo spettacolo "Luce Nova a più Dritto Cammino", un viaggio teatrale all'interno dei maestosi spazi di uno dei luoghi che dal 1714, anno della donazione di 30.000 volumi da parte di Antonio Magliabechi, ospita e divulga la cultura e la conoscenza in Italia.

La direttrice uscente Antonia Ida Fontana, spiega come sia importante rimettere il pubblico in contatto con un'istituzione importante come la Biblioteca Nazionale, soprattutto in un momento come questo di crisi e di tagli. Seguendo così il successo degli spettacoli itineranti al Teatro della Pergola, alla Certosa del Galluzzo e all'Istituto degli Innocenti, anche la Nazionale apre le porte alla Compagnia delle Seggiole.
Cinque attori ci sveleranno le vicende e i protagonisti che nel corso di due secoli hanno reso la Biblioteca il fulcro della nostra identità culturale.

Fabio Baronti, attore, e Giovanni Micoli, regista della spettacolo e autore dei testi, non si sbilanciano nel raccontarci lo svolgimento della rappresentazione, ma non escludono numerose sorprese, tra cui qualche riferimento cinematografico a "2001: Odissea nello spazio" e a "Blade Runner".

Il titolo "Luce nova a più Dritto Cammino", che si ispira alle scritte sulle torrette della facciata, vuole essere di incitamento e di speranza: la luce nuova del sapere e della cultura porterà ad un cammino più diritto. Speriamo.

"Luce nova a più Dritto Cammino" verrà rappresentato dal 28 al 30 ottobre, con due spettacoli ogni sera, alle 20:45 e alle 22, e domenica 31 ottobre, sempre con due spettacoli, un alle 10:30 e l’altro alle 11:30. Per informazioni e prenotazioni: 333.2284784.
Biglietti: intero 15 euro – ridotto 12 euro.

di Silvia Cosi

Redazione Nove da Firenze