Un’isola neonatale, l’ultimo regalo del ginecologo morto in un incidente

Il macchinario per le emergenze in sala parto è stato acquistato grazie alle donazioni fatte in memoria del ginecologo Innocenti.


PIOMBINO — Diecimila euro è la somma donata al reparto di Pediatria per l’acquisto di un nuovo lettino neonatale in memoria di Tony Andres Innocenti, il ginecologo scomparso nel dicembre 2008 in un incidente automobilistico mentre si recava in ospedale richiamato per un’urgenza.

L’isola neonatale è un’apparecchiatura per affrontare in sala parto o in sala operatoria l’emergenze–urgenze neonatali. “Questa dotazione – spiega Gian Luca Benetti, primario della Sezione di Pediatria dell’ospedale Villamarina – è ritenuta, a livello internazionale, indispensabile per garantire una corretta assistenza ai neonati con bisogno di assistenza intensiva. Il nostro Punto Nascita ha come competenza quello di assistere neonati al di sopra delle 34 settimane di gestazione, ma rimane il dovere di assistere neonati con problemi asfittici, malformazioni con difficoltà cardio-respiratorie o nascite pre-termine improvvise”.

Alla raccolta dei fondi per l’acquisto dell’isola per la rianimazione neonatale ed il materiale didattico utilizzato all’interno del Punto Nascita intitolato al dottor Innocenti hanno partecipato con la somma di 5 mila euro “La congiura de Pazzi” un’associazione di commercianti di Piombino. La somma restante è stata versata dalla signora Giuliana Agosti, madre del ginecologo scomparso, che aveva promosso una raccolta di beneficenza in memoria del figlio.

Redazione Nove da Firenze