Grotte di Equi: una settimana di promozioni

Il turismo sostenibile nella rete dei Parchi di Mare e d'Appennino


Dal 5 al 10 luglio le Grotte di Equi lanciano una promozione straordinaria.

Il gioiello carsico e paleontologico nel Parco Regionale delle Alpi Apuane. offre sconti ai visitatori per presentare i nuovi percorsi esterni. Un servizio di turismo sostenibile al centro della Rete dei Parchi di Mare e d’Appennino.

Le grotte di Equi Terme sono un complesso carsico paleontologico di grande interesse in comune di Fivizzano, nel Parco Regionale delle Alpi Apuane, che ogni anno arricchisce la propria offerta ai visitatori e appassionati di grotte e archeologia. Oltre alla suggestiva visita di circa un’ora all’interno delle grotte carsiche, da poco tempo sono stati aperti al pubblico anche alcuni percorsi esterni, adatti pertanto ai turisti che temono gli ambienti chiusi.

Oggi è infatti possibile visitare alcune particolarità carsiche e geologiche di questo affascinante sito con alcuni brevi percorsi, che conducono alla ‘Buca dei Serpi’ (fenomeno erosivo detto Marmitte dei Giganti osservabile nell’alveo del Torrente Fagli), alle sorgenti carsiche della ‘Barilla’ e della ‘Buca’ (qui si possono ammirare i torrenti che sgorgano direttamente dalla montagna) ed alla Tecchia preistorica (riparo sottoroccia frequentato dall’Uomo di Neandertal e dall’Orso delle caverne, ritrovati in centinaia di esemplari dagli studiosi).

La visita al complesso potrà essere completata nel piccolo museo annesso in ci troneggia una fedele ricostruzione a grandezza naturale dell’Orso delle caverne, ed una sala con proiezione di audiovisivi sul tema.

Per promuovere al grande pubblico il complesso le Grotte di Equi offrono una promozione straordinaria per la settimana entrante: da lunedi 5 a sabato 10 luglio 2010 infatti si potrà usufruire di sconti del 30% sulla visita guidata in grotta (adulti euro 6, anziché 8,50 - bambini tra 6 e 10 anni euro 3, anziché 4,5)

Le Grotte di Equi sono un sito di eccellenza che si aggiunge alla grande ricchezza di offerta turistica e culturale dell’area Interregionale chiamata “Parchi di Mare e d’Appennino”, una rete di 8 Parchi che insistono nel raggio di soli 80 Km. Nell’Appennino Settentrionale, tra Emilia Romagna, Liguria e Toscana. Le 8 aree protette (dal Parco Nazionale delle Cinque Terre al Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, dal Parco Regionale di Migliarino San Rossore Massaciuccoli e la Parco dei Cento Laghi parmensi) stanno infatti costruendo un’offerta ed un’immagine coordinata in grado di offrire una straordinaria varietà di eccellenze, naturalistiche, storico-culturali ed enogastronomiche fruibili con modalità integrate. (info: cell. 348 790 1036).

Redazione Nove da Firenze