Avr: terzo anno di contratto con il Comune di Firenze

Via libera della giunta al finanziamento. Ma domani a Livorno Usb manifesta contro il licenziamento dalla ditta di un dipendente e sindacalista


Due milioni e mezzo di euro per le strade cittadine. É quanto prevede la delibera approvata dalla giunta comunale e relativa al contratto del Global Service. In concreto si tratta dello stanziamento relativo al terzo anno del contratto e prevede investimenti per la manutenzione straordinaria della rete viaria (per 2 milioni) e per interventi di mobilità (per 500 mila euro). Per quanto riguarda la prima voce (manutenzione straordinaria), i lavori vengono decisi sulla base della programmazione effettuata da AVR basata su priorità derivanti dal monitoraggio dello stato di salute di strade, piazze e marciapiedi e con la supervisione degli uffici della Direzione Mobilità. I restanti 500 mila euro sono destinati agli interventi legati alla messa in sicurezza e modifica della viabilità cittadina.

Ma giovedì 8 ottobre (dalle ore 12:00) l'Unione Sindacale di Base sarà di fronte al Comune di Livorno per chiedere che un lavoratore licenziato sia reintegrato nel suo posto di lavoro. Si tratta di un sindacalista dell'igiene ambientale in appalto che questa mattina ha ritirato la lettera di licenziamento direttamente alla sede della società in via dei Cordai. Mandato a casa dopo 20 anni di lavoro e nessuna precedente contestazione disciplinare.

Secondo l'USB la società non paga da anni alcune spettanze ai dipendenti: "Ha accumulato ritardi nei trasferimenti delle quote relative ai fondi pensionistici e al quinto dello stipendio per decine di lavoratori e lavoratrici".

Il Partito Comunista Italiano esprimere solidarietà al lavoratore di AVR e sindacalista USB: "Il sistema di appalti e subappalti, meccanismi di distruzione del tessuto sociale, dei diritti dei lavoratori, atti a creare una competizione e una produttività che si basa sulla depauperazione del costo del lavoro, sono strumenti in mano ai padroni con i quali si perpetua la lotta di classe, per questo cosi come espresso già varie volte" interviene la Segreteria Provinciale della Federazione di Livorno del Partito Comunista Italiano che invita a reinternalizzare tutti i servizi pubblici e delle aziende partecipate, in particolare il servizio di spazzamento da parte di AAMPS.

La società AVR è finita in amministrazione giudiziaria nel giugno scorso insieme alle sue controllate e a ditte ad essa collegate perché la magistratura sta indagando sui rapporti con imprenditori collegati alle cosche della ‘ndrangheta.

Redazione Nove da Firenze