"Global service, la giunta spieghi politicamente la scelta di mantenere Avr"

Draghi (Fratelli d'Italia): "Come vice presidente della commissione Mobilità chiederò all'Assessore che venga a riferire"


"Apprendiamo stupiti da una nota stampa dell'amministrazione comunale, che persiste sull'idea di mantenere l'appalto di Global Service alla società accusata di connivenza con le 'ndrine mafiose calabresi. Si fa in questa nota un chiaro riferimento all'articolo 80 del codice dei contratti pubblici che stabilisce che il procedimento non si configura quale causa di risoluzione dei contratti in corso". Così il capogruppo di Fratelli d'Italia Alessandro Draghi, che annuncia una sua iniziativa: "Come vice presidente della commissione Mobilità a Palazzo Vecchio sono in procinto di chiedere un'informativa all'assessore affinché possa spiegare i motivi della sua scelta, alla luce dei recenti fatti di cronaca che includono i vertici della società concessionaria tra gli indagati. La decisione è solamente politica, anche perché con la società Avr c'è un contratto in essere che può essere annullato in qualsiasi momento ai sensi dell'articolo 109 del d.lgs 50/2016. Un contratto che a mio giudizio non conviene al Comune, a cui chiedo in vista di una ristrutturazione radicale di S.a.S., dopo il recente scandalo, che internalizzi nuovamente il servizio di manutenzione e della segnaletica delle strade". 

Redazione Nove da Firenze