Aggredito senza motivo, colpito da un sasso mentre era alla guida

L'anziano è stato soccorso per le ferite riportate


 L'uomo è stato colpito ripetutamente al volto con un sasso, senza un apparente motivo, ad appurarlo sono stati i militari dell'Arma chiamati sul posto. I Carabinieri sono intervenuti stamani in zona Peretola dopo essere stati allertati da alcuni residenti di via Calderara. Secondo una prima ricostruzione l'auto sarebbe stata raggiunta da un sasso lanciato da un uomo che aveva già attirato l'attenzione dei residenti con urla di vario genere.

L'uomo alla guida, un anziano residente nella zona di via Baracca, al frantumarsi del lunotto posteriore si sarebbe spaventato, sbattendo e riportando alcune ferite. La dinamica però è al vaglio dell'Arma dei Carabinieri, mentre l'anziano è stato soccorso dal personale del 118.

In serata la nota ufficiale del Comando Provinciale: "Un equipaggio del Nucleo Radiomobile di Firenze veniva inviato in via Calderara (zona Peretola) dove era stata segnalata una lite accesa. Sul posto i militari bloccavano un cittadino cinese 60enne, che cercava di allontanarsi dopo aver aggredito, senza motivo, un 88enne fiorentino che stava rincasando a bordo della propria automobile. Infatti il malcapitato, mentre percorreva la via Calderara a bordo del suo veicolo per rientrare presso la sua abitazione, si imbatteva in un uomo, in forte stato di agitazione psicofisica dovuta all’assunzione di alcool, che occupava il centro della strada con una pietra in mano ed urlava frasi prive di senso, bloccando di fatto la prosecuzione della marcia dell’auto. Alla vista dell’anziano signore, il 60enne si avvicinava minaccioso all’automobile, apriva la portiera e, con immotivata efferatezza, con il sasso colpiva ripetutamente al volto l’88enne che riportava lesioni al viso giudicate guaribili in cinque giorni dal personale medico dell'ospedale Careggi. Fortunatamente un vicino di casa del malcapitato correva in suo aiuto e, dopo una breva colluttazione durante la quale non rimaneva ferito, riusciva ad allontanare l’esagitato che, non contento, prima di tentare la fuga prontamente interrotta dall’arrivo dell’equipaggio del Nucleo Radiomobile, infrangeva il lunotto dell’automobile dell’anziano colpendolo con il sasso. L’uomo veniva, pertanto, dichiarato in stato di arresto per i reati di lesioni personali e danneggiamento aggravato e sarà giudicato con rito direttissimo nella mattinata di domani".

Monica Caleffi