Artigianato in festa dentro Palazzo Vecchio

Fuori, per strada, sequestrati 370 oggetti abusivi. Due denunce e multe da 5.000 euro


Si è svolta oggi, domenica 30 ottobre, a Firenze, nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, la 44° edizione de «La Giornata dell’Artigiano», la tradizionale manifestazione che Confartigianato mette in scena per premiare e festeggiare l’artigianato di lungo corso. Alla cerimonia, patrocinata e co-promossa dal Comune di Firenze, hanno partecipato Giovanni Bettarini, Assessore allo Sviluppo economico Comune di Firenze, Alessandro Vittorio Sorani, Presidente di Confartigianato Imprese Firenze, il consigliere della Citta metropolitana di Firenze e Sindaco di Campi Bisenzio Emiliano Fossi, Leonardo Bassilichi, presidente della Camera di Commercio di Firenze, Alessio Mugnaini vicesindaco di Montespertoli e, gradita sorpresa, Luca Lotti, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Ad essere premiati con i classici Fiorini d’oro ed i diplomi di anzianità, artigiani ‘a bottega’ minimo da 30 anni ed imprese ‘sulla piazza’ da almeno 50 (con la punta di 125 anni raggiunta dall’Oreficeria Salimbeni di Firenze). Si tratta di intagliatori, pellettieri, tassisti, odontotecnici, elettricisti, stampatori, gelatieri, orafi, parquettisti, cappellai, carrozzieri, edili, parrucchieri, designer, gioiellieri, commercianti, idraulici, produttori di minuteria metallica e di generatori a vapore, provenienti da tutto il territorio provinciale: Bagno a Ripoli, Calenzano, Figline e Incisa Valdarno, Firenze, Montespertoli, Sesto Fiorentino, Scandicci, Scarperia e San Piero a Sieve e Signa. “Piccole imprese capaci però di fare grandi numeri – ha commentato Sorani – In tutta la provincia sono infatti 86.377 quelle con al massimo 10 addetti (ben il 95% di tutte le imprese presenti sul territorio) e danno occupazione a 160.588 persone (il 48% del totale). Imprese guidate da imprenditori perseveranti, vitali (ne nascono 8 al giorno nel solo artigianato), capaci di sfidare le crisi, cogliere le opportunità, reinventarsi. D’altra parte, essere giunti alla 44° edizione di quest’evento, premiando ogni anno aziende e singoli con anzianità minime di 50 e 30 anni dimostra la forza economica e culturale dell’artigianato e della piccola imprenditoria del nostro territorio”. Tra i piccoli, forte il comparto dell’artigianato: 29.645 imprese con 30.241 dipendenti. “Artigianato di altissima qualità e tradizione. Una vera e propria eccellenza del Made in Italy, capace di sostenere con servizi specifici ed alimentare con la capacità attrattiva della sua eccellenza un settore strategico per il territorio: il turismo che a Firenze è fortissimo con un tasso di turisticità* pari all’8,5% (quello della Toscana è del 6,1% mentre quello medio italiano è del 4,2%) e una quota di presenze straniere** del 73,5% (56% in Toscana, 50% dato medio italiano)” prosegue Sorani.

La cerimonia ha visto anche la consegna di due premi Confartigianato alla fiorentinità tradizionalmente attributi a personalità del mondo dello cultura, spettacolo, sport ed economia particolarmente legati alla città e al suo spirito. Quest’anno sono andati a Lorenzo Baglioni, attore ed autore comico fiorentino e a Tiberio Timperi, giornalista e conduttore tv romano che ha scelto per vivere la città di Firenze.

Continuano gli interventi di contrasto all'abusivismo commerciale. Ieri tra pomeriggio e sera i vigili hanno sequestrato poco meno di 370 oggetti vari. Nel pomeriggio il servizio si è concentrato il centro, in particolare Ponte Vecchio, lungarno Archibusieri, piazza Signoria, zona della stazione di Santa Maria Novella, San Lorenzo, via Sant'Antonino e via dell'Ariento, lungarno Pecori Giraldi. Complessivente sono stati effettuati 14 sequestri per 297 oggetti. Due venditori abusivi sono stati denunciati per violazione della legge sull'immigrazione ed accompagnati in Questura: a loro carico risultava spiccato un decreto di espulsione dal territorio italiano e l'ordine di allontanamento del questore. Inoltre due venditori sono stati multati per infrazioni alla legge per la vendita abusiva su suolo pubblico (sanzione da 5.000 euro). Ieri sera i vigili sono intervenuti anche in zona Stazione e piazza Santa Maria Novella. Sequetrati una settantina di accessori per telefonia mobile come auricolari, carica batteria e via dicendo.

Redazione Nove da Firenze