Rubrica — Mostre

Arezzo: la pala di Luca di Paolo e la Tanagrina tornano visibili a Casa Bruschi

Dopo il restauro, il 14 luglio l’evento di presentazione. La serata “Preziosi restauri inediti itinerari” sarà anche l’occasione per parlare della UBI Banca Art Guide, la nuova guida al patrimonio architettonico e artistico di UBI Banca


In occasione dell’anno di celebrazione del Centenario della nascita di Ivan Bruschi, martedì 14 luglio dalle ore 21,00 la Fondazione Ivan Bruschi, amministrata da UBI Banca, organizza una speciale serata di presentazione per le due significative opere d’arte che tornano visibili al Museo dopo un periodo di restauro. Si tratta della “Tanagrina”, statuetta in argilla del III secolo a.C., parte della collezione Bruschi e della grande tavola con la Madonna e il Bambino incoronata dagli angeli tra Sant'Agostino e Santa Caterina di Luca di Paolo di Niccolò da Matelica, parte della collezione di UBI Banca esposta nelle sale di Casa Bruschi.

Credo che un tratto comune a tutti i Musei sia quello di offrire al pubblico il meglio delle proprie opere, conservandone l’integrità ed evidenziandone la bellezza: oggi la Fondazione Bruschi e l’amministratore UBI Banca hanno rispettato questo doveroso impegno e ne siamo tutti orgogliosi” – commenta il Presidente della Fondazione Bruschi, Renzo Parisotto. “Invito tutti e in particolare gli aretini a venire a scoprire, o riscoprire, il nuovo fascino senza tempo che l’intervento di restauro dell’Opificio delle Pietre Dure ha reso vivo nella splendida scultura della Tanagrina, ed anche i preziosi dettagli dell’imponente pala di Luca di Paolo, restituiti a nuova luce grazie alle sapienti mani di Muriel Vervat e Roberto Buda”.

Le operazioni di restauro della tavola di Luca di Paolo di Niccolò da Matelica, in accordo con la Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per le Provincie di Siena, Grosseto e Arezzo, sono state condotte sotto la direzione di Letizia Nesi, funzionario restauratore. L'intervento è stata l'occasione per riportare alla luce i colori originali e la straordinaria raffinatezza esecutiva della pala. Il restauro della Tanagrina, iniziato un anno fa, è stato reso possibile grazie al Settore dei Materiali Ceramici, Plastici e Vitrei e al Servizio Archeologico dell'Opificio delle Pietre Dure di Firenze. Il rigore del restauro archeologico unito a un attento approccio estetico ha consentito di ottenere un miglioramento della lettura del manufatto, che ritorna così al suo splendore originario. Nel corso della serata sarà presentata la “UBI Banca Art Guide”, la nuova guida al patrimonio architettonico e artistico di UBI Banca accessibile al pubblico e visibile in sedici città italiane, scaricabile gratuitamente dal sito arte.ubibanca.com.

Il progetto è un invito a riappropriarsi degli spazi urbani e a tornare a visitarli in forma autonoma, o persino da remoto rimandando la visita dal vivo” - dichiara Antonella Crippa curatrice della collezione UBI Banca. “Il volume comprende sedici proposte di walking tours nei centri delle principali città italiane in cui sono presenti edifici storici e opere significative di UBI Banca, accanto a luoghi di interesse artistico e turistico”.

Per questo il 14 luglio a conclusione dell’evento, alle ore 22,00 circa, la Fondazione Bruschi, con la collaborazione del Centro Guide Arezzo, offrirà una speciale visita guidata in notturna ai luoghi artistici della città segnalati nell’itinerario di “walking tour” proposto proprio all’interno della UBI Banca Art Guide.

Redazione Nove da Firenze