Annullate tante manifestazioni: gli organizzatori costretti al rinvio

A seguito del DPCM emanato oggi in merito alle misure per contenere il rischio di diffusione del CODIV19. Disposizioni sull’attività didattica e di ricerca all'Università di Firenze


Contrariamente a quanto annunciato, le ultime notizie e il decreto del Governo che vieta o riduce drasticamente la possibilità di svolgere manifestazioni di carattere pubblico, impongono agli organizzatori di rivedere i programmi. Al momento non ci sono le condizioni per garantire il regolare svolgimento delle manifestazioni, ovviamente nell’interesse primario della salute dei cittadini.

E' stato annullato il presidio dei lavoratori indetto da Cgil-Cisl-Uil Toscana di categoria programmato per domani in via Cavour a Firenze davanti alla Prefettura.

Le presentazioni del volume di Nicola Marra 'Ogni stizza faci funtana' prevista per giovedì 5 marzo 2020 nella Sala Pistelli di Palazzo Medici Riccardi alle ore 17, e quella della rivista 'L'area di Broca' in programma nella Sala Fallaci lunedì 9 marzo, sono rinviate a data da destinarsi.

La manifestazione dedicata al biologico e al biodinamico, la terza edizione di Firenze Bio e Terra Nuova Festival, prevista alla Fortezza da Basso dal 20 al 22 marzo non si terrà.

Non si terrà più lunedì 30 marzo 2020 l'Assemblea annuale dell'Ordine dei Giornalisti della Toscana: a stabilirlo è stato il Consiglio di Odg Toscana.

Il rettore dell’Università di Firenze Luigi Dei ha informato questa sera la comunità universitaria delle disposizioni che recepiscono il Decreto governativo circa la sospensione di ogni attività didattica per l’emergenza sanitaria dovuta all’epidemia di Coronavirus"La decisione di estendere a tutto il territorio nazionale misure già presenti nelle Regioni più colpite - ha detto il rettore - è stata ritenuta misura indispensabile per contenere l’epidemia e accelerare il raggiungimento di una situazione che consenta al sistema sanitario regionale di reggere l’impatto e mettere in sicurezza la salute di tutti i cittadini".

Da domani giovedì 5 marzo, fino a domenica 15 marzo, saranno sospese tutte le attività didattiche dell’Ateneo, in qualsiasi sede. In particolare:

  • ogni attività frontale in aula di corsi di laurea triennale, magistrale a ciclo unico, magistrale, master, perfezionamento e aggiornamento professionale, dottorato di ricerca e suole di specializzazione,
  • ogni esercitazione di laboratorio
  • tutti i tirocini,
  • l’accesso alle biblioteche ad eccezione del servizio di prestito che rimane attivo
  • l’utilizzo degli spazi di studio,
  • il ricevimento degli studenti che sarà sostituito da contatti telematici,
  • tutti gli esami di profitto.

Da lunedì 9 marzo le lezioni saranno gradualmente sostituite da moduli di didattica online. Le attività delle segreterie studenti saranno sostituite da modalità telematiche. Le sessioni di tesi si svolgeranno regolarmente, nel rispetto delle indicazioni del DPCM 01.03.2020. Saranno garantiti i servizi amministrativi e tecnici, i servizi di portierato, pulizia e vigilanza; restano in vigore le misure già previste di lavoro agile per il personale tecnico e amministrativo. I docenti e i ricercatori, come gli assegnisti, dottorandi, specializzandi, borsisti e tesisti, sono autorizzati ad accedere alle sedi dove svolgono attività di ricerca, ad esclusione delle biblioteche.

Da martedì 10 marzo cambia l’accesso al punto prelievi ematici dell’ospedale del Mugello che non sarà più ad accesso diretto ma su appuntamento. Il numero telefonico per la prenotazione è 0558451392 e sarà attivo da venerdì 6 marzo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12. L’accesso è programmato per 100 prelievi.

Redazione Nove da Firenze