Anniversario della strage della Stazione di Bologna

Alla cerimonia il Consigliere Manni con il Gonfalone della Città Metropolitana di Firenze


La Città Metropolitana di Firenze ha partecipato questa mattina alla stazione di Bologna alla cerimonia in ricordo della strage del 2 agosto 1980.

E' intervenuto alla commemorazione, con il Gonfalone dell'ente, il consigliere delegato Alessandro Manni.

“Nessuno può e deve dimenticare la strage del 2 agosto 1980. Sono trascorsi 38 anni dal giorno dell’attentato e non è stata fatta ancora piena luce sui responsabili, seppure le inchieste abbiano individuato gli esecutori tra le fila dell’eversione neofascista - ha affermato il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani, che questa mattina ha preso parte alla commemorazione delle 85 vittime, recandosi a Bologna in rappresentanza della Regione Toscana -. E’ una pagina buia nella storia del nostro Paese, che continua a indignarci per la violenza con cui il terrorismo ha spazzato via tante vite umane, segnando in modo irreparabile i familiari delle vittime, cui va tutta la nostra vicinanza e solidarietà.

E’ dovere delle istituzioni fare luce sulla verità. E’ un obbligo morale ed è un atto di civiltà rispondere con senso di giustizia alle richieste dei familiari. Le zone d’ombra, che permangono ancora oggi, sono inaccettabili”.

Redazione Nove da Firenze