Aeroporto, FI rompe il tabù delle larghe intese? No, Razzanelli ha sbagliato a votare

DUP, Palagi e Bundu (SPC):“Niente aeroporto ma parco della piana. Solo Movimento 5 Stelle e Forza Italia ci sostengono”. Il capogruppo di FI: "Sempre a favore dello sviluppo dello scalo fiorentino, è stato un errore a digitare con il telefonino, il mio sì era un no"


“Le risorse europee servono per un modello di sviluppo più sostenibile. Sappiamo che il Sindaco di Firenze è contrario alla linea del suo partito regionale: non vuole aperture a Movimento 5 Stelle e sinistra.

Infatti – spiegano i consiglieri di Sinistra Progetto Comune Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – oggi solo Forza Italia ha accettato di rompere i tabù delle larghe intese sull’aeroporto, sostenendo - insieme al Movimento 5 Stelle - la nostra proposta di reperire risorse per sviluppare un parco della piana che preveda anche le aree destinate all’inceneritore di Case Passerini (ormai archiviato) e al “nuovo” aeroporto di Peretola (di fatto da archiviare).
Il Partito Democratico – concludono Palagi e Bundu – ha scelto di non rispondere a nessuna proposta specifica, rimandando la discussione a un futuro indefinito.
Vedremo. Temiamo, nonostante SARS-CoV-2, che tutto debba restare come è secondo il centrosinistra”.

La sorpresa dura pochi minuti: “Per un errore a votare, dal telefonino, è stato registrato un mio sì all’emendamento che aveva presentato la sinistra sull’aeroporto. Tutti sanno – spiega il capogruppo di Forza Italia Mario Razzanelli – che sono sempre stato a favore dello sviluppo dello scalo Amerigo Vespucci. Purtroppo con la votazione on line ho sbagliato a digitare ed è risultato un sì quando volevo votare no”.

Redazione Nove da Firenze