Aeroporto dell'Elba: sarà Silver Air a collegare l'isola alla terraferma

Conclusa positivamente la gara, vinta dalla compagnia della Repubblica Ceca. Saranno riattivati collegamenti con Pisa, Firenze e Milano Linate. L'assessore regionale Ceccarelli: "Finalmente, è un servizio importante e doveroso". Lo stop è stato di due anni per bandi andati deserti


Sarà la compagnia aerea ceca Silver Air a garantire il servizio di continuità territoriale tra la terraferma e l'Arcipelago toscano. Questo l'esito della gara che si è conclusa lo scorso 27 gennaio e che permetterà di riattivare collegamenti aerei diretti tra l'Isola d'Elba e Pisa, Firenze e Milano Linate, grazie ad un aumento del contributo pubblico fornito da Enac, salito a 3 milioni di euro in tre anni a seguito di due bandi da gara andati deserti.

"Finalmente un servizio importante e doveroso verrà riattivato, a vantaggio dei residenti dell'Arcipelago", spiega l'assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli. "Auspico davvero che l'opportunità di voli diretti da Milano e dai principali aeroporti toscani, collegati con numerosissime mete internazionali, venga sfruttata al meglio dagli operatori turistici che vogliono valorizzare l'Isola d'Elba e l'intero Arcipelago, questo porterebbe un doppio beneficio, da una parte crescerebbe il turismo nazionale ed internazionale sulle isole, dall'altra il servizio potrebbe avere anche uno sviluppo commerciale. A questo si aggiungono i finanziamenti, di oltre 2,7 milioni, per un intervento funzionale all’ampliamento dell’aeroporto consistente nella deviazione di un tratto del fosso della Pila".

Il servizio di continuità territoriale dell'Arcipelago toscano per via aerea è rimasto sospeso per oltre due anni a causa di due bandi andati deserti ed è stato finalmente riattivato a seguito di un aumento della contribuzione da parte di Enac, che ha portato a 3 milioni di euro per 3 anni la base del contratto di servizio. I voli dovranno essere attivati entro 30 giorni dall'assegnazione della gara a seguito dell'esito del controllo effettuato dalla Corte dei Conti. Saranno garantiti nel periodo dal 1 ottobre al 31 maggio almeno 2 collegamenti settimanali con Firenze e con Pisa garantendo almeno 32 posti; nei mesi di giugno , luglio, agosto e settembre, invece, saranno almeno 3 i collegamenti settimanale con Firenze e Pisa, i posti disponibili a lmeno 48, e si aggiungerà la rotta per Milano Linate, che sarà collegata due volte a settimana. Mentre i voli su Pisa e Firenze dovranno essere programmati ad inizio e fine settimana, per agevolare gli spostamenti di studenti e lavoratori pendolari, i voli per Linate saranno programmati il venerdì e la domenica , in modo da consentire spostamenti nel week end.

Grazie al contributo pubblico fornito dalla Regione ed Enac per garantire la continuità territoriale, la tariffa applicata ai residenti sull'Arcipelago sarà al massimo di 32 euro a tratta per il collegamento con Pisa, 39 euro per quello con Firenze, 110 euro per il collegamento con Milano, tasse aeroportuali escluse. Anche i non residenti potranno utilizzare il servizio, con tariffe diverse.

Si ricorda inoltre che per l'aeroporto Teseo Tesei di Marina di Campo, gestito dalla società AlaToscana, la Regione ha recentemente stanziato 1.200.000 euro in tre anni (annualità 2019/2021) per garantire le attività relative alla sicurezza, all'antincendio, al controllo del traffico aereo ed alle dogane, oltre che per studi propedeutici al nuovo piano di sviluppo aeroportuale e ha intenzione di proseguire per le annualità 2020 2021 e 2022, attraverso la sottoscrizione di una nuova convenzione, all'erogazione di contributi per la compensazione degli oneri sostenuti per lo svolgimento delle attività di natura non economica per un importo massimo annuo di € 570.000, come prevede la normativa europea e nazionale.

Redazione Nove da Firenze