Accoltella la ex compagna, poi la fuga: fermato a Firenze

La 35enne è stata aggredita alle 12.00, nella località San Francesco di Pelago


Dopo l'aggressione fa perdere le proprie tracce. I militari appostati sotto l'abitazione fiorentina lo fermano nel tardo pomeriggio.
 E' stato arrestato il 44enne pluripregiudicato kosovaro accusato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali gravissime: ha colpito al volto la ex compagna con un coltello, procurandole 30 giorni di prognosi e rischiando di farle perdere un occhio.
Contestualmente è stata notificata all'interessato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per atti persecutori nei confronti della donna.

"Alle 12.00 circa di oggi, nella località San Francesco di Pelago una 35enne di origini kosovare, al culmine di una reiterata serie di condotte aggressive da parte dell'ex compagno che non aveva accettato la fine della relazione, si è scagliato contro la donna ferendola con un coltello all'altezza dell'occhio sinistro, rischiando seriamente di provocarle la perdita della vista" spiegano gli inquirenti.

A seguito della segnalazione alle forze dell'ordine, sono state avviate le ricerche sia a Pelago che presso i luoghi di residenza di Firenze, via Aleardi e di lavoro, in via Baracca, da parte dei Carabinieri della Compagnia di Pontassieve, del Reparto Operativo e delle due Compagnie urbane di Firenze, protrattesi ininterrottamente per circa 4 ore: l'uomo infatti aveva fatto perdere le sue tracce subito dopo il fatto e solo intorno alle 16 è stato avvistato, mentre rincasava, da una pattuglia in borghese posizionata nei pressi della sua abitazione. A quel punto è stato effettuato l'intervento con l'ausilio di altre pattuglie.

La donna, trasportata presso l'ospedale Careggi, è stata ricoverata. La prima prognosi è di 30 giorni per le ferite riportate.

Redazione Nove da Firenze