Abusi sessuali al Forteto: Fiesoli condannato a 14 anni

La difesa ha giocato la carta dell'età perché la pena non risultasse un ergastolo


La Corte di Appello di Firenze ha condannato Rodolfo Fiesoli a 14 anni e 10 mesi per i gli abusi sessuali avvenuti in mugello. C'era grande attesa sul processo frutto di un rinvio disposto dalla Cassazione per ricalcolare la pena complessiva. Arriva anche una condanna a sei anni e d altre a due anni per altri imputati del reato di maltrattamenti.
 Il procuratore aveva chiesto 17 anni, con il ripristino della pena inflitta in primo grado. La difesa aveva puntato sull'età di Fiesoli per ottenere una pena che non fosse un ergastolo.

"Fiesoli la deve pagare cara: la sentenza di oggi dimostra una volta per tutte che al Forteto, come messo nero su bianco già dalle sentenze e le relazioni delle commissioni d'inchiesta, intorno al pedofilo c'era una setta formata da persone che lo hanno sostenuto e aiutato e che fino ad oggi si erano salvate solo grazie alle prescrizioni. Purtroppo Fiesoli resta ancora in libertà: ci auguriamo che la giustizia faccia rapidamente e che arrivi al più presto la sentenza che lo porti in galera. Parlamento e Governo attivino al più presto la commissione parlamentare e il commissariamento della cooperativa agricola" afferma il parlamentare di Fratelli d'Italia Giovanni Donzelli, commentando la sentenza sul processo Forteto emessa oggi dalla Corte d'Appello di Firenze.

Redazione Nove da Firenze