Abbandono dei rifiuti, in sette scoperti e multati a Firenze

Soprattutto carta e cartone. La Polizia municipale è riuscita a risalire ai responsabili grazie agli estremi dei destinatari. Sanzioni di 500 e 600 euro. Abusivismo commerciale, sequestrati 2200 pezzi


Sette casi di abbandono illecito di rifiuti e altrettanti responsabili individuati e multati dalla Polizia Municipale.

È questo il bilancio dell’attività mirata svolta negli ultimi giorni dagli agenti del Reparto Ambientale e Polizia Edilizia nei Quartieri 1 e 5.
In dettaglio si tratta in particolar modo di carta e cartone lasciati fuori dal cassonetti: in via dei Cattani è stato rinvenuto un quantitativo consistente di materiale cartaceo e tra i rifiuti abbandonati gli agenti hanno trovato dei volantini pubblicitari di un esercizio commerciale di via Pratese. Ulteriori accertamenti effettuati direttamente presso l’attività hanno confermato che i rifiuti abbandonati provenivano da quell’esercizio. Nei confronti del titolare dell’attività è scattato quindi il verbale ai sensi del Regolamento Comunale sullo smaltimento rifiuti (sanzione fino a 500 euro).

In viale Corsica, piazza Tanucci, piazza San Marco e via Dionisi invece gli agenti hanno trovato imballaggi di cartone accanto ai cassonetti e, grazie agli estremi dei destinatari presenti, sono risaliti ai responsabili, tre residenti e due attività commerciali delle rispettive zone: per tutti è scattato il verbale da 500 euro.


Infine nell’area di via Forlanini gli agenti hanno scoperto un abbandono di rifiuti misti da demolizioni accanto a una scuola riuscendo a risalire al trasgressore, una persona residente nella zona di Rifredi. In questo caso è stato applicato il Testo Unico Ambientale che prevede una sanzione da 600 euro. 

Ancora interventi della Polizia Municipale contro l’abusivismo commerciale. La scorsa settimana gli agenti del Reparto Antidegrado sono entrati in azione in centro, in particolare nelle zone di piazza Duomo, via de’ Pecori, Ponte Vecchio, Via Roma, Lungarno Torrigiani. In 79 interventi sono stati sequestrati 2.238 articoli, soprattutto pezzi di bigiotteria, capi di abbigliamento, poster e aste per selfie (di questi 647 nel fine settimana). Per otto venditori abusivi colti in flagrante è scattata la multa da 5.000 euro sulla base della legge regionale sul commercio; per cinque anche la denuncia per violazione delle norme sull’immigrazione.

Redazione Nove da Firenze