Buy Tourism online alla Stazione Leopolda


"Ormai la tecnologia ed internet sono strumenti non solo per prenotare i propri soggiorni e le proprie vacanze ma anche l'unico modo, oltre alla pubblicità ed al passaparola, per poter conoscere realmente le offerte, valutando quelle che possono meglio soddisfare le nostre esigenze di viaggiatori. Sono molto utili i commenti lasciati da altri utenti che hanno già usufruito del servizio. Firenze è sì patria dell'arte ma anche della tecnologia ed iniziare proprio da qui questo work-shop che, grazie alla tecnologia, consente di essere presenti on-line, è un'iniziativa alla'avanguardia. Internet, però, da solo non è sufficiente. È necessario riuscire a coordinarsi con le associazioni di categoria per proposte turistiche comuni. La settimana prossima ci sarà un incontro con le associazioni di categoria per parlare di una politica turistica da fare insieme, con comuni strategie ed offerte". È il commento dell'assessore al turismo Silvano Gori che ieri ha presentato la prima edizione del "B.T.O." (Buy Tourism Online) nella Sala degli Elementi di Palazzo Vecchio. La due giorni per parlare del turismo del "terzo millennio" che potrà contare anche su nuove tecnologie, proseguirà oggi pomeriggio e anche domani presso la Stazione Leopolda. Oltre all'assessore Gori, erano presenti l'assessore al turismo della Regione Toscana, Paolo Cocchi, il presidente della Camera di Commercio di Firenze Luca Mantellassi e Eugenio Magnani direttore generale ENIT. "Il turismo on-line, nei prossimi 10-15 anni sarà un recettore di grandi flussi turistici, sempre maggiori" ha sottolineato l'assessore Paolo Cocchi. Durante la cerimonia di inaugurazione, è stato anche assegnato il Premio "Firenze Travel 2.0" a Mr Arnie Weissmann, Editor in Chief della rivista Travel Weekly. "B.T.O.", organizzato in collaborazione con E.T.O.A. (European Tour Operator Association), sarà anche un forum per discutere della situazione della distribuzione turistica on-line.

Redazione Nove da Firenze