Novolab: nuovo sportello per la formazione post-laurea degli studenti universitari di Firenze


“Dentro il polo universitario di Novoli nasce un posto dove s’incontra il lavoro in modo innovativo, un nuovo spazio che rivoluziona il modo di studiare e di avvicinarsi alla prima occupazione”. Con queste parole il Presidente della Provincia di Firenze, Matteo Renzi, ha inaugurato stamattina “Novolab”, il nuovo sportello provinciale dedicato alla formazione post-laurea per gli studenti universitari di Firenze. “Abbiamo bisogno di università che non si chiudono su se stesse ma che invece si aprano all’esterno e a nuovi sistemi capaci diffondere la “cultura” dell’orientamento tra gli studenti e di far incontrare la richiesta di lavoro che arriva da laureati e laureandi con l’offerta di occupazione che proviene dal mondo dell’impresa. A Novoli siamo riusciti a raggiungere questo obiettivo grazie alla collaborazione tra Vivaio d’Imresa, presidi, professori e studenti”.
Alla cerimonia di stamani, che si è svolta all’interno del polo di Scienze Sociali dell’Università di Firenze, oltre al Presidente Renzi, hanno partecipato anche l’Assessore provinciale al Lavoro, Stefania Saccardi, i presidi delle facoltà di Scienze Politiche (Franca Alacevich), Economia (Giampiero Nigro) e Giurisprudenza (Michele Papa), la Vicepresidente di Confindustria Firenze, Laura Salaorni, la coordinatrice di Vivaio di Imprese, Laura Ventura, e il Dirigente Progetti Integrati della Provincia, Simone Tani.
E’stata la Vicepresidente di Confindustia Firenze, Laura Salaorni, a presentare il calendario degli incontri che, fin da giovedì prossimo, porteranno a Novolab i rappresentanti di importanti industrie del territorio fiorentino come GE - Nuovo Pignone, Toscana Finanza, Ferragamo, Eli Lilly and Company di Indianapolis.
L’innovativo sportello provinciale per l’orientamento al lavoro e alla formazione post-laurea, progettato in collaborazione con l’Ateneo fiorentino, si chiama “Novolab”: un nome che vuol sintetizzare sia la “novità” introdotta nel metodo di ricerca di lavoro, che il luogo fisico in cui la struttura è stata collocata, all’interno del polo universitario di Novoli, frequentato da 17mila studenti e da 2mila laureandi ogni anno. Lo Sportello sperimentale di Novoli, insieme al Vivaio d’Imprese, non è un Centro per l’Impiego tradizionale, ma si integra con le opportunità offerte dall’Ateneo: servizio tirocini, orientamento universitario, career days, progetti internazionali.
L’obiettivo è quello di fornire agli universitari maggiori possibilità di intraprendere percorsi personalizzati di formazione, con un occhio di riguardo per l’estero. Novolab vuol dare ai giovani un contributo per valorizzare la “cultura” dell’orientamento tra gli studenti, anche in collaborazione con le associazioni studentesche.
L’iniziativa della Provincia prevede uno sportello informativo, incontri con le aziende, formazione online, una postazione per registrare il proprio video-curriculum. Quest’ultima è una idea che arriva dagli Stati Uniti e porta indubbi vantaggi. Per esempio, il video-cv anticipa il colloquio di lavoro, creando una vicinanza virtuale tra chi cerca di lavoro e chi lo offre. Il nuovo formato del video-cv, secondo i selezionatori, permetterebbe di valutare, meglio di quello cartaceo, le qualità comportamentali e di presentazione professionale dei candidati.
Novolab vuol favorire anche i progetti internazionali. Non solo, quindi, uno sportello per trovare lavoro, ma anche un luogo di incontro, conferenze, dibattito fra i ragazzi e le aziende del territorio, nazionali e internazionali. In definitiva un approccio multimediale, un ponte tra la formazione universitaria e il mondo del lavoro, pensato per tutti gli studenti universitari di Firenze.
A Novolab vi saranno anche computer dedicati alla teleformazione del progetto Trio, per seguire corsi e approfondimenti online. Il nuovo Centro è un grande spazio diviso in tre aree: l’area consulenza, preselezione e orientamento: uno spazio dedicato a colloqui di gruppo e individuali sulle novità per la formazione: borse di studio, stages internazionali, formazione universitaria e post laurea, contatti con aziende selezionate. Poi è stata prevista un’ area di formazione digitale: 10 computer a disposizione degli studenti per collegarsi gratuitamente al portale Trio, che offre moduli di formazione su molte discipline, dalle lingue straniere all’informatica. Infine il meeting point, dove, a cadenza settimanale, sono organizzati momenti di dibattito tra le aziende e le associazioni studentesche, per avvicinare il mondo dello studio a quello del lavoro.
Lo sportello sarà aperto da lunedì al giovedì in orario continuato 9-17. Il venerdì in orario continuato 9-15.30.

Redazione Nove da Firenze