Strade, Firenze-Siena: oltre ottanta milioni di investimento


Firenze, 23/09/08- “Il prossimo anno ci saranno a disposizione oltre 76 milioni di euro, previsti nel piano quinquennale dell’ANAS, per l’adeguamento della sezione stradale della Firenze-Siena realizzato di concerto con la Provincia senese. Mentre già nei prossimi mesi si prevede la pubblicazione del bando di gara per il completamento dello svincolo di Colle Val d’Elsa, per il quale sono previsti quasi 6 milioni di investimento. Inoltre, per l’ordinaria manutenzione, lo scorso anno sono stati investiti 2.550.000 euro, che diventeranno 3.700.000 per l’anno in corso.” A fornire questa serie di interessanti dati sullo stato della Firenze-Siena è il Ministro per le Infrastrutture e Trasporti, on.Altero Matteoli, che ha così risposto ad un’interrogazione del Coordinatore Regionale di Alleanza Nazionale, on.Riccardo Migliori. Il Deputato, eletto nelle fila del Popolo delle Libertà, chiedeva conferma che “per tutto il 2007, da parte de Governo prodi, fosse stata devoluta per le spese di manutenzione dell’intera Superstrada, un risibile cifra, assolutamente insoddisfacente, e quale iniziative urgenti si intendessero prendere per garantire le necessarie opere di manutenzione e ammodernamento dell’importante via di comunicazione.”
“Diamo volentieri atto – continua Ceccuzzi - dell'impegno serio e costante dell’onorevole Riccardo Migliori sui temi infrastrutturali che interessano la Toscana. E' auspicabile in futuro che le nostre forze possano unirsi, insieme a tutti coloro che hanno a cuore la modernizzazione, in tempi brevi, della rete viaria e ferroviaria della nostra regione. Come si può leggere nel mio sito web, le notizie fornite dal Ministro Matteoli, che riguardano la Siena-Firenze e lo svincolo di Colle Nord sono vecchie e venivano riportate in un comunicato del 6 luglio 2007. I 76 milioni di euro – continua Ceccuzzi – evocati da Matteoli sono stati stanziati per iniziativa della Regione Toscana e, come noto, sono insufficienti. In questo senso il Ministro è chiamato ad onorare un ordine del giorno, da me presentato e approvato dalla Camera dei deputati nella scorsa legislatura, che impegna il governo a progettare tutto l'ammodernamento della Siena - Firenze e a reperire tutte le risorse, che sono stimate tra i 250 e i 300 milioni di euro”. “Sul fronte ferroviario – prosegue il deputato del Pd – il 2009 sarà un anno difficile per il trasporto a lunga e media percorrenza, coperto dal servizio Intercity come è stato costretto ad ammettere il sottosegretario Giuseppe Maria Reina, lo scorso 18 settembre, rispondendo ad un’interpellanza presentata a prima firma dal deputato del Pd, Carlo Emanuele Trappolino e sottoscrittta da me e da molti altri parlamentari. Nell’interpellanza si sottolinea la necessità di costruire un ‘piano tampone’ per organizzare servizi alternativi agli intercity, quando entrerà in funzione l’alta velocità e si sollecita il governo a presentare soluzioni per scongiurare il rischio di marginalità dei territori e ulteriori disagi dei lavoratori pendolari. Nell’interpellanza – continua Ceccuzzi – si chiede un nuovo assetto che prefiguri nuove categorie di servizi di lunga percorrenza su tratti interregionali, attraverso un confronto con Trenitalia e le Regioni interessate e l'individuazione di alcune ‘finestre’ sulla linea ad alta velocità per consentire il transito dei treni pendolari sia in una fascia mattutina sia pomeridiano-serale. Su questo terreno – conclude il deputato senese - dobbiamo trovare ragioni di un impegno comune per strappare nuovi risultati per la Toscana. Ne hanno bisogno le nostre città da Pisa, a Prato, a Siena, ad Arezzo, a Chiusi”.

Redazione Nove da Firenze