Palazzo delle Papesse apre il secondo ciclo espositivo dell'anno presentando la mostra collettiva Good Vibrations - Le arti visive e il Rock, cui verranno dedicati tutti gli spazi espositivi


SIENA- Le arti figurative e la musica Rock, dagli anni Sessanta in avanti, hanno intrecciato una serie di rapporti e di connessioni reciproche che hanno spesso fruttato il rinnovamento delle specifiche forme espressive, inedite collaborazioni, nuove ricerche ed esperimenti.
La mostra intende renderne conto, presentando sia lavori di collaborazione fra artisti e musicisti, sia prodotti realizzati da artisti visivi su commissione dei musicisti (copertine, manifesti, logo, scenografie), sia quelle opere di arte contemporanea che abbiano per soggetto il Rock e i suoi principali interpreti. Good Vibrations spazierà quindi dai ritratti fotografici di Robert Mapplethorpe a quelli dipinti da Elizabeth Peyton, dall'Exploding Plastic Inevitabile Show di Andy Warhol con i Velvet Underground (filmato da Roland Nameth) ai più recenti lavori ispirati al mondo della musica di Martin Creed e Jim Lambie o Tony Oursler, che presenta in anteprima europea al Palazzo la nuova installazione Sound Digressions in Seven Colours.

In occasione della mostra sarà pubblicato da Giunti (in due versioni, italiano e inglese) un libro di Marco Pierini che affronta i temi trattati nell'esposizione e quelli che nel progetto di allestimento più difficilmente possono trovar posto (es. le arti visive nei testi delle canzoni).
Farà parte integrante della mostra una rassegna di film e documentari curata da Alfredo Saitto che seguirà un ideale calendario degli avvenimenti della storia del Rock.

Partner del progetto sono il magazine Rolling Stone, EMI Music Italia che produrrà, in collaborazione con il Centro, un CD antologico dal titolo Good Vibrations (che raccoglie brani ispirati o dedicati ad artisti o opere d'arte) e l'emittente MTV Italia.

Durante il periodo della mostra saranno organizzati numerosi eventi collaterali: concerti, presentazioni di libri e dischi, proiezioni di film e materiali per lo più inediti.

Selezione degli artisti presenti in mostra: Caroline Achaintre, Saadane Afif, Kenneth Anger, John Armleder, Peter Blake, Derek Boshier, Cao Fei, Janet Cardiff e George Bures Miller, Anne Collier, Phil Collins, Bruce Conner, Anton Corbijn, Martin Creed, Sam Durant, Pablo Echaurren, Carlo Fei, Rodney Graham, Richard Hamilton, Ray Johnson, Jim Lambie, Judy Linn, Robert Mapplethorpe, Dave Muller, Ronald Nameth, Tony Oursler, Nam June Paik, Elizabeth Peyton, Mimmo Rotella, Aida Ruilova, Mario Schifano, Robert Stanley, Wolfgang Tillmans, Andy Warhol.

Sarà inoltre proiettata una rassegna di videoclip girati da: Doug Aitken, David Bowie, David Byrne, Anton Corbijn, Chris Cunningham, Jean Paul Goude, Keith Haring, Damien Hirst, Pierre et Gilles, Andy Warhol, William Wegman.

In occasione dell'inaugurazione verrà anche presentato il nuovo allestimento del Bookshop del Palazzo con il progetto inedito Il rock'n'roll ci salverà di Botto & Bruno.

Redazione Nove da Firenze