Introduzione alla conoscenza del disagio psicologico


Bagno a Ripoli, 24 aprile 2006- Il Cesvot (Centro Servizi Volontariato Toscana) e l’Associazione Pubblica Assistenza Croce d’Oro di Ponte a Ema, in collaborazione con l’Avis Sezione di Ponte a Ema, il Cts (Comitato Famiglie Talassemici), l’Anpas (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze) Toscana, la Fondazione Istituto ‘Andrea Devoto’ Onlus ed il Comune di Bagno a Ripoli, organizzano il corso di formazione per volontari “Sarà follia o diversità-Introduzione alla conoscenza del disagio psicologico”, che si svolgerà presso la sede dell’Associazione Pubblica Assistenza Croce d’Oro, in Via Longo 1, a Ponte a Ema, dal 9 maggio al 13 giugno 2006, il martedì dalle 21 alle 24.
La partecipazione è prevista sino ad un massimo di 20 iscritti/e. In base alle esigenze formative ed organizzative del corso, i responsabili selezioneranno le domande. Coloro che sono interessati a partecipare al corso devono comunicarlo alla Segreteria organizzativa ENTRO IL 2 MAGGIO 2006. La Segreteria Organizzativa si trova presso l’Associazione Pubblica Assistenza Croce d’Oro di Ponte a Ema ed è aperta dal lunedì al venerdì, ore 7-19, tel. e fax 055/64.32.35. Ad ogni partecipante che avrà frequentato almeno 2/3 delle lezioni sarà rilasciato un attestato di partecipazione.
Calendario degli incontri:
o 9 maggio – Le cause del disagio psicologico: tra predisposizione individuale, ambiente e relazioni educative infantili.
o 16 maggio – La fenomenologia del disagio psicologico: le varie tipologie di problematiche psicologiche (area della depressione, dei disturbi ansiosi, della psicosi).
o 23 maggio – Disagio psicologico e società: relazioni tra cultura attuale e principali problematiche psicologiche (disturbi del comportamento alimentare, tossicodipendenza, ecc.).
o 30 maggio – Relazione di aiuto parte I: simulazione di una situazione operativa realistica di intervento con una persona con problemi psichici e con i suoi familiari.
o 6 giugno – Relazione di aiuto parte II: a partire dall’analisi della simulazione, elaborazione di modalità positive di interazione e di sostegno ad una persona con problematiche psichiche.
o 13 giugno – Relazione di aiuto parte III: a partire dall’analisi della simulazione, elaborazione di modalità positive di interazione e di sostegno ad i familiari delle persone con disagio psichico.
Conduce gli incontri Laura Remaschi, psicologa esperta in conduzione di gruppi e interventi di sostegno psicologico, che collabora con attività libero-professionale con l’Associazione Croce d’Oro di Ponte a Ema. Il progetto si propone di fornire conoscenze e competenze intorno alla grande area tematica del disagio psicologico. Il paradigma bio-psico-sociale, a cui fa riferimento l’Organizzazione Mondiale della Sanità, malattia e salute dipendono da fattori di natura sia fisica che psicologica. Inoltre, sempre più spesso i volontari delle associazioni si trovano ad affrontare tali problemi (anche quando ciò non rientra tra gli obiettivi diretti del loro intervento). Da tali considerazioni asce l’idea di un corso che fornisca ai volontari strumenti di lettura e di intervento adeguati a situazioni dove sono evidenti problematiche psicologiche.
Finalità e obiettivi: 1) aumentare le conoscenze relative alla sofferenza psicologica; 2) aumentare le competenze relazionali rispetto a tali problematiche; 3) diminuire stereotipi e paure legate all’immagine del disagio psicologico; 4) fornire strumenti per un miglioramento in termini relazionali dei servizi forniti dalle associazioni; 5) aumentare la soddisfazione ed il senso di efficacia dei volontari. Destinatari del corso: volontari che svolgono attività in àmbito sociale e sanitario.

Redazione Nove da Firenze