Fiorentina studia da grande: gioca male e batte il Cagliari


Firenze, 30 ottobre 2005 - I Viola hanno giocato una delle peggiori partite di questo campionato e sono riusciti a battere il Cagliari e a collocarsi al terzo posto in classifica con tre punti di vantaggio sull’Inter. Cominciano male I Viola che subiscono per tutto il primo tempo il gioco di un Cagliari aggressivo e veloce che va in vantaggio al 23’ con Suazo, che sfrutta un’indecisione della difesa toscana. E’ il miglior Cagliari della stagione, quello che si presenta al Franchi . Una squadra ben messo in campo da Ballardini che non ha rinunciato al gioco offensivo con Capone alle spalle di Suazo ed Esposito, anche se, soprattutto dopo il vantaggio siglato dall'honduregno, Esposito e Capone si sono piazzati sulle fasce, garantendo maggiore copertura e offrendo ancora piu' spazi per i contropiedi di Suazo. Nel primo tempo, chiuso meritatamente in vantaggio dal Cagliari, la Fiorentina ha sofferto e solo in un'occasione si e' resa pericolosa con un colpo di testa di Toni su cross di Pancaro. Si va negli spogliatoi e quando le due squadre tornano in campo, nella Fiorentina ci sono due novita': dentro Pasqual per Pancaro e Pazzini per Bojinov. Prandelli ha provato a dare la scossa e c’è riuscito. Il goal del pareggio è stato realizzato da Luca Toni che realizza il suo 12esimo centro in campionato, anticipando in spaccata Campagnolo.Dopo il pareggio ci si aspettava una Fiorentina diversa e pronta a gettarsi in avanti alla ricerca della vittoria, cosi' non e' stato, ma anche il Cagliari, non e' riuscito a ripetere l'ottima prestazione fornita nei primi 45'. La scelta di Ballardini di togliere Suazo per inserire Langella non ha pagato. Il Cagliari si e' ritrovato senza l'uomo che fin li' era stato capace di far saltare gli schemi difensivi della Fiorentina. Nonostante tutto, pero', il Cagliari stava tranquillamente controllando la partita, era anche riuscito ad andare in gol con Langella, ma il guardalinee aveva sventolato il fuorigioco e Gabriele aveva giustamente annullato la rete . Poi al 35' l'episodio che poteva cambiare la partita: lancio di Langella per Esposito, fuga dell'esterno sardo con Jorgensen bravo a rincorrere e a pressare l'avversario che, tutto solo davanti a Frey ma esausto, sbagliava il gol dell'1-2. Due minuti dopo era lo stesso Jorgensen (fin a quel momento uno dei peggiori in campo) a trovare il gol della vittoria con un bel destro in corsa su assist di Toni. A fine gara Prandelli ha voluto giustamente stare coi piedi per terra ed ha dichiarato: “L’obiettivo è quello di lavorare settimanalmente per guadagnare prima possibile la salvezza. Dopo dieci partite il bilancio è buono. I ragazzi devono crescere e quindi Bojinov e Pazzini sono usati a servizio del gruppo. Tre partite in una settimana sono state pesanti e faticose per tutto il gruppo".
Alessandro Lazzeri


Il Tabellino della gara Fiorentina - Cagliari 2-1 Goal: 23’pt Suazo, 9’ st Toni, 36’st Jorgensen
Fiorentina: Frey 6, Ujfalusi 6, Dainelli5, Di Loreto 5, Pancaro (1’st Pasqual), Donadel 5 (29’st Pazienza), Brocchi6, Fiore 6, Jorgensen 6, Bojinov5 (1’st Pazzini), Toni 7. All. Prandelli 6 (Cejas, Mateo, Pazienza, Montolivo, Pasqual, Guigou, Pazzini) Cagliari: Campagnolo 6, Agostani 6, Canini 5, Bega 6, Pisano 6, Capone6 (35’st Cossu), Budel, Gobbi6, Conti6, Esposito6, Suazo 7(13’st Langella 6). All. Ballardini (Tomasig, Vignati, Pani, Conticchio, Cossu, Ferrarese) Ammoniti: Conti, Dainelli, Donadel, Ujfalusi, Langella Espulso: Conti (proteste), Canini (doppia ammonizione) Arbitro: Gabriele 6,5

Redazione Nove da Firenze