Mercoledì 14 il Consiglio Provinciale: i gruppi presenti in Palazzo Medici Riccardi
lo stupore dell'Amministrazione lastrigiana


(12 luglio 2004) – Vista la nomina ad assessore del consigliere dei Democratici di Sinistra Tiziano Lepri e la nomina ad assessori dei consiglieri della Margherita Alessandro Martini e Stefano Giorgetti la Provincia di Firenze ha provveduto alla nomina dei primi dei non eletti in Consiglio provinciale. Per i Democratici di Sinistra Massimo Sottani del collegio Reggello-Rufina-San Godenzo e per la Margherita Piero Giunti, sempre del collegio Reggello-Rufina-San Godenzo e David Ermini del collegio di Figline Valdarno. Il Consigliere anziano, ovvero il consigliere che ha ottenuto il maggior numero di voti nella lista che ha ottenuto la maggioranza relativa alle elezioni amministrative dello scorso 12 e 13 giugno, ha convocato la prima seduta del Consiglio provinciale della legislatura 2004/2009 per mercoledì 14 luglio alle ore 15.30. Il Consigliere anziano che presiede la seduta risulta essere Paolo Malquori, ex sindaco di Gambassi Terme che, nella seduta del 14, procederà alla convalida degli eletti. La seduta proseguirà con l’elezione del Presidente del Consiglio, l’elezione dei Vice Presidenti del Consiglio, il giuramento del Presidente della Provincia Matteo Renzi che, successivamente, comunicherà al Consiglio i componenti della Giunta.
Questi i 36 consiglieri, divisi per gruppi d’appartenenza, che siederanno nella Sala Quattro Stagioni di Palazzo Medici Riccardi:
Gruppo Alleanza Nazionale (3 consiglieri): Massai Piergiuseppe, Nascosti Nicola, Sensi Guido.
Gruppo Comunisti Italiani (2 consiglieri): Lazzerini Riccardo, Marconcini Massimo.
Gruppo Democratici di Sinistra (16 consiglieri): Bernardini Fabio, Biagini Beatrice, Biagiotti Sara, Campi Gloria, Gori Riccardo, Lazzeri Loretta, Lo Presti Eloisa, Malquori Paolo, Mattei Massimo, Matteoli Massimo, Panerai Gianni, Romei Renato, Roselli Pietro, Sottani Massimo, Spini Rosalba, Testi Gloria.
Gruppo Forza Italia (6 consiglieri): Avezzano Comes Francesca, Bertini Enrico, Bevilacqua Carlo, Comucci Leonardo, Grazzini Graziano, Lensi Massimo.
Gruppo Margherita (3 consiglieri): Ermini David, Giunti Piero, Londi Paolo.
Gruppo Rifondazione Comunista (3 consiglieri): Calò Andrea, Targetti Sandro, Verdi Lorenzo.
Gruppo Unione dei Democratici Cristiani (2 consiglieri): Bassetti Paolo, Tondi Federico. Gruppo Verdi (un consigliere): Ragazzo Luca.

Il Sindaco di Lastra a Signa Carlo Nannetti esprime “stupore e disagio per la mancata inclusione di Carlo Moscardini dalla neo costituita Giunta Provinciale”. Stupore e disagio anche perché, “conoscendo le qualità umane e le capacità politiche di Carlo Moscardini, non si comprende la logica che ha portato alla sua mancata nomina ad Assessore”. Tra i numerosi obiettivi raggiunti durante la sua Amministrazione, ha detto Carlo Nannetti “la sollecitudine e la competenza che hanno contraddistinto il suo impegno, ad esempio, per la salvaguardia e la riqualificazione dell’Arno, avrebbero dovuto, da sole, contribuire a non privarsi del suo bagaglio intellettuale” per la conduzione di una proficua e coerente amministrazione del territorio. Ancora: le scelte, pur dolorose per il Comune di Lastra a Signa, che hanno portato ad “accogliere sul nostro territorio un impianto di depurazione in grado di servire l’intera Area fiorentina, sono state possibili grazie ad una conseguente visione di prospettiva, caratteristica di Carlo Moscardini”. Nel corso della sua Amministrazione, anche a rischio di attriti locali, Carlo Moscardini ha sempre posto “al centro della sua azione i problemi generali dell’Area”, nella consapevolezza che quello sia il livello reale di azione per ogni politico non racchiuso in una visione localistica e quotidiana delle questioni.

Redazione Nove da Firenze