Scuole occupate a Firenze
Vandalismo alla “Morante”


(4 dicembre 2003) – "Spenti i microfoni e riaperte le aule" titola oggi La Nazione, e il 9 dicembre manifestazione in centro a Firenze, perché i ragazzi voglioni discutere di guerra e salute.
Gravi atti di vandalismo durante l’occupazione all’Istituto Tecnico “Elsa Morante” di via Kassel. Nonostante la presenta degli studenti, sono entrati nell’edificio soggetti esterni alla scuola, che si sono accaniti su arredi e attrezzature, andando ben al di là dei danneggiamenti, sempre deprecabili ma ormai purtroppo frequenti, che accompagnano le occupazioni scolastiche. Così alla rottura di vetri e di banchi e alle scritte sui muri si sono aggiunti scardinamenti di bagni, la messa fuori uso dell’unico montascale (che alla Morante è usato quotidianamente da uno studente disabile), e in tutte le aule qualcuno ha pensato bene di orinare per terra, con conseguenti problemi sanitari che ritarderanno la ripresa delle attività.
“Non condanniamo le occupazioni là dove servono ad un serio confronto fra gli studenti sui temi che coinvolgono la scuola – ha detto l’assessore provinciale all’edilizia Alberto Di Cintio, che questa mattina ha effettuato un sopralluogo in via Kassel – ma in questo episodio siamo oltre ogni limite di tollerabilità. Gli atti vandalici saranno denunciati perché i responsabili siano perseguiti, ma quello che conta è soprattutto la presa di coscienza degli studenti della Morante. Per questo abbiamo chiesto che sia subito convocata una assemblea per discutere, noi insieme ai ragazzi, su quanto è accaduto”.

Redazione Nove da Firenze