Invito a presentare proposte in campo ambientale


Il presente invito ha lo scopo di individuare proposte che potrebbero beneficiare di un cofinanziamento da parte della direzione generale dell’ Ambiente della Commissione.
Settori:

- CAMBIAMENTI CLIMATICI
Riferimento ENV.E. 1.1: La posta in gioco dei negoziati internazionali sul cambiamento climatico.
L’azione persegue l’obiettivo di ottenere una migliore comprensione delle sfide poste dai negoziati internazionali sul cambiamento climatico, in particolare per quel che riguarda le condizioni di messa in opera dei meccanismi di flessibilità stabiliti dal protocollo di Kyoto.
Le azioni possono presentarsi sotto forma di conferenze, di incontri accademici o di ateliers ed essere concepite ed organizzate in maniera tale da poter migliorare il livello di conoscenza degli aspetti tecnici e metodologici dei citati meccanismi di flessibilità, inclusi anche le relazioni con i sistemi nazionali di sorveglianza e gli inventari delle emissioni di gas a effetto serra.
Soggetti beneficiari: università, centri di ricerca, ONG.
Numero di progetti finanziabili: da 1 a 3.

Riferimento ENV.E. 1.2: Rafforzamento delle ONG nei paesi dell’Europa centrale e orientale, compresa la Croazia.
Tale azione si prefigge lo scopo di rafforzare la capacità delle ONG dei paesi dell’Europa centrale e orientale, compresa la Croazia ad attivare e mobilizzare la società civile per la messa in opera della Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sul cambiamento climatico e in favore di una rapida ratifica del protocollo di Kyoto.
Il progetto mobilizzerà le attività per la messa in rete di ONG implicate nella lotta contro il cambiamento climatico.
Soggetti beneficiari: ONG.
Numero di progetti finanziabili: 1-2.

- AFFARI INTERNAZIONALI, COMMERCIO E AMBIENTE
Riferimento ENV.E. 2.1: Partecipazione della società civile alla preparazione del Summit mondiale sullo sviluppo sostenibile.
Promuovere la partecipazione della società civile alla preparazione del Summit che avrà luogo in Settembre 2002 a Johannesburg.
Soggetti beneficiari: organizzazioni private con esperienza in materia di sviluppo sostenibile.
Numero di progetti finanziabili: massimo 2.

Riferimento ENV.E. 3.1: Sviluppo dell’ ambiente nel quadro della protezione di specie di flora e fauna selvagge.
Preparazione dei piani di gestione nei paesi terzi per quelle specie di flora e fauna coperte da accordi internazionali nei quali l’Unione Europea è coinvolta.
Soggetti beneficiari: ONG, UNEP, università, centri di ricerca.
Numero di progetti finanziabili: 3-4.
Riferimento ENV.E. 3.2: Finanziamenti all’ agenzia UN – Forum sulle foreste.
Riferimento ENV.E. 3.3: Sviluppo dell’ ambiente nei paesi del mediterraneo.
Riferimento ENV.E. 3.4: Commissione mediterranea sullo sviluppo sostenibile.

- COMUNICAZIONI E SOCIETÀ CIVILE
Riferimento ENV. 3.1: Accrescere la coscienza collettiva e l’informazione relativa alla politica ambientale.
Tale azione si prefigge lo scopo di sensibilizzare la coscienza collettiva attraverso l’informazione nell’ambito dei problemi legati all’ambiente, del concetto di sviluppo sostenibile e nelle sue concrete applicazioni, nelle azioni dell’Unione europea in tali aeree.
Soggetti beneficiari: ogni partenariato in grado di provare un’esperienza nel settore dei media e dell’ audiovisivo.
Numero di progetti finanziabili: 12.

- QUESTIONI GIURIDICHE
Riferimento ENV. D. 2.1: Messa in opera della legislazione esistente.
Tale azione si prefigge lo scopo di procedere ad una conoscenza approfondita del diritto dell’ambiente europeo, attraverso corsi accelerati e specializzati per giudici, giuristi, responsabili di amministrazioni, seminari su temi ambientali.
Soggetti beneficiari: amministrazioni pubbliche (possibilmente costituite in reti), università, ONG, professioni legali (possibilmente costituite in reti o federazioni).
Numero di progetti finanziabili: tra 1 e 10.

- PROTEZIONE CONTRO LE RADIAZIONI
Riferimento ENV.C.4.1: Iniziative volte a facilitare il compito della Commissione in tale ambito.
Tale azione si prefigge lo scopo di supportare iniziative volte a facilitare il compito della Commissione nei seguenti settori: formazione lavorativa, informazione pubblica, monitoring dell’ambiente, traffici illegali di materiale radioattivo, radioattività naturale, contaminazione radioattiva, radiologia medica, dosimetria, emergenze radiologiche.
Le iniziative da intraprendere potranno essere delle conferenze, seminari, progetti pilota, reti di informazione.
Soggetti beneficiari: associazioni professionali, ONG, università.
Numero di progetti finanziabili: 2-3.

- COOPERAZIONE AMBIENTALE CON I PAESI TERZI DELL’EUROPA
Riferimento ENV.2.1: Programma di ricostruzione regionale ambientale.
I progetti saranno diretti a sostenere le ONG dei paesi del sud est d’Europa ed incrementare la capacità di tali organismi a contribuire al rafforzamento della coscienza civile in materia ambientale.

- SOSTANZE CHIMICHE
Riferimento ENV.C.3.1: Animali usati per esperimenti e ad altri scopi specifici.
I progetti saranno diretti a migliorare le condizioni degli animali da laboratorio.
Soggetti beneficiari: ONG e amministrazioni responsabili della messa in opera della direttiva 86/609/CEE.
Numero di progetti finanziabili: massimo 2.
Riferimento ENV C.3.2: Attività di informazione sulla politica europea in materia di sostanze chimiche.
Organizzazioni di conferenze e seminari diretti ad informare il grande pubblico sul nuovo quadro legislativo sulle sostanze chimiche (proposta prevista prima della fine del 2001).
Soggetti beneficiari: università, centri di ricerca, ONG.
Numero di progetti finanziabili: 1-3.

Termine di scadenza per la presentazione delle suddette proposte: 20 luglio 2001.

GV

Redazione Nove da Firenze