Rubrica — Europe Direct

A Toscana Tech il 20 novembre il lancio di una nuova iniziativa sull'attrattività

Il 19 e 20 novembre al Palazzo dei Congressi incontri, workshop e seminari ad ingresso gratuito. In mostra oltre 40 progetti e prototipi realizzati da imprese toscane con fondi regionali ed europei


FIRENZE- Lunedì 19 novembre ore 10 inaugura la seconda edizione di Toscana Tech, manifestazione organizzata dalla Regione Toscana sui temi della digitalizzazione e dell'industria 4.0. L'evento, ad ingresso gratuito (previa registrazione), si terrà a Firenze presso il Palazzo dei Congressi di Villa Vittoria fino al 20 novembre. La sessione plenaria di apertura è dedicata alle opportunità, sfide e strategie per l’industria del futuro. Parteciperanno all’incontro: Nicola Danti, Deputato al Parlamento Europeo, Stefano Ciuoffo, assessore regionale alle Attività Produttive, Albino Caporale, direttore Attività Produttive Regione Toscana, Phill Cartwright, direttore del Centre for Modelling & Simulation dell’Università di Bristol, Paola Fantini, Research coordinator del Politecnico di Milano, Alessandro Sordi, Co-founder e CEO di Nana Bianca e Francesca Moriani, AD di VAR Group. Il ruolo di moderatore è affidato a Stefano Barisoni, vicedirettore di Radio24 (ore 10 – 13). Nella stessa mattina spazio al tema della collaborazione Università-Imprese nell’alta formazione. Dopo la presentazione degli interventi regionali a supporto del sistema dell’alta formazione, l’incontro mira a stimolare un dibattito su strumenti e “buone pratiche” in grado di favorire una convergenza degli obiettivi formativi del sistema dell’alta formazione toscano verso le esigenze del sistema produttivo regionale. Previsto l’intervento di apertura di Monica Barni, vicepresidente della Regione Toscana (ore 11 - 13).

Tra le novità di quest’anno c’è la partecipazione attiva di aziende del territorio toscano che saranno protagoniste del percorso espositivo "40 imprese 40". I progetti, divisi in 5 aree - In movimento, In salute, Tempi moderni, Ecosistema in equilibrio, Sicurezza - sono il frutto della ricerca e capacità tecnologica di aziende e Università del territorio e degli investimenti della Regione Toscana che li ha finanziati insieme al Fondo Europeo di Sviluppo Regionale. Durante le due giornate le aziende stesse saranno a disposizione per presentarli ai visitatori attraverso video, infografiche e prototipi.

Nei vari incontri che si snoderanno nella giornata si parlerà di “trasferimento tecnologico” grazie al programma Research to Business nato per favorire l’incontro tra offerta di innovazione delle Università e degli Enti di Ricerca toscani e le imprese del territorio a proposito di “Industria 4.0”, tema all'interno della strategia regionale di specializzazione intelligente (Ris3) (ore 11 - 13 e 14 - 15). Da segnalare anche la presenza del settore “Invest in Tuscany” che da anni attrae investimenti industriali ed economici per lo sviluppo imprenditoriale e produttivo della regione. In questo caso l’iniziativa proposta è il “Partnering Day”, durante il quale (su invito) alle PMI toscane sarà data l’occasione di incontrare aziende multinazionali e grandi imprese con sede in Toscana per attivare opportunità di collaborazioni e di business (10.30 – 13.10). L’iniziativa “Iniziamo dalle conclusioni” coinvolgerà partecipanti e pubblico per tutta la durata della manifestazione, in uno stimolante itinerario animato per meglio comprendere i grandi temi proposti dall’evento.

Non solo ricerca, innovazioni in mostra e la rivoluzione dell'industria 4.0. A Toscana Tech, la due giorni della Toscana tecnologica voluta e promossa dalla Regione e che si apre domani al Palazzo dei Congressi Villa Vittoria a Firenze, si parlerà anche di attrazione di investimenti. L'appuntamento in questo caso è il secondo giorno, il 20 novembre 2018, con un evento ad invito riservato ai rappresentanti delle aziende multinazionali insediate in Toscana e agli intermediari coinvolti nell'attrarre o riportare da fuori Toscana attività e capitali da impiegare nell'economia della regione. All'evento, in programma dalle 10 alle 12.30 del 20 novembre, interverrà il presidente della Toscana Enrico Rossi. Sue saranno le conclusioni. Nell'occasione sarà lanciata una nuova iniziativa legata all'attrazione degli investimenti. Prima, nel corso della mattina, saranno passati in rassegna i punti di forza della Toscana: posizione e logistica in alcuni casi, l'esser baricentrica rispetto al Mediterraneo intero, la bravura a volte delle tante piccole e medie aziende o le università e i ricercatori universitari. Tutti motivi che in più occasioni hanno convito gli investitori. Ma si discuterà naturalmente anche di come rendere i territori ancora di più attrattivi. La Regione Toscana ha messo in campo fin dal 2010 e rafforzato nel 2016 un ufficio e una struttura interna, che fa capo direttamente alla presidenza della Regione, il cui compito è proprio quello di dare risposte veloci, risolvere i problemi e diventare un punto di riferimento per chi in Toscana vuole investire, per chi vuole crescere e chi vuole venire, aiutando gli uni e gli altri a farsi strada nella ragnatela della burocrazia. E la prima risposta che un investitore cerca è propria la certezza di riferimenti e la certezza dei tempi. Una ricetta in fondo semplice, ma efficace.

Redazione Nove da Firenze