Rubrica — Fiorentina

Viola generosi e spreconi: l'Arsenal vince 3-0

Nketiah (da Tv Sportitalia)

Nella seconda partita di ICC a segno per i Gunners Nketiah (doppietta) e Willock. Nel primo tempo troppi gol sbagliati dalla squadra di Montella. Chiesa fuori condizione: per lui nemmeno un minuto. A Moena, i giovani di Bigica ko sempre 3-0 col Benevento


Niente da fare per la Fiorentina nella seconda partita di International Champions Cup, giocata contro l'Arsenal a mezzanotte ora italiana nel bollente catino di Charlotte, in North Carolina. I viola hanno perso 3-0, puniti da una doppietta di Nketiah e da una rete di Willock nel finale.

Partita generosa della Fiorentina, imbottita di giovani al pari degli avversari ma con Chiesa ancora al palo; l'azzurro non ha giocato neanche un minuto, come Montella aveva fatto capire ieri in conferenza Federico è fuori condizione e non si può rischiare. Milenkovic invece ha giocato uno spezzone di partita.

Due squadre giovani con la cifra tecnica a favore dei Gunners, molto bravi nell'1-2 veloce, per smarcare continuamente compagni, sostenuti da quasi tutti i tifosi presenti allo stadio di Charlotte, fans dei biancorossi inglesi, ma Fiorentina volitiva e ben messa in campo da Montella.

Primo tempo ricco di occasioni per i viola. Al 12' grande spunto di Sottil che dalla destra crossa al bacio per Saponara che di testa non è convinto. Un minuto dopo Vlahovic in contropiede impegna severamente Martinez ma è l'Arsenal a passare al quarto d'ora con Nketiah bravo a sfruttare un'azione tutta in velocità. 

Gara equilibrata, al 35' la più grande occasione per il pareggio viola: Ceccherini di testa a colpo sicuro ma un difensore salva sulla linea. Al 44' Martinez salva su Sottil che spara dalla destra. Allo scadere del primo tempo azione magistrale viola con Saponara che serve di tocco Vlahovic che di esterno manda la sfera a lambire il palo alla destra di Martinez. Sarebbe stato un 1 a 1 meritato. 

Nel secondo tempo, al 48' Benassi impegna severamente il neo entrato Leno bravo a deviare in angolo una palla destinata all'incrocio, mentre cinque minuti dopo Lacazette costringe Terracciano, appena entrato al posto di Dragowski, a una difficoltosa respinta con i pugni. Il preludio al raddoppio dei Gunners, ancora a segno con Nketiah servito da Lacazette ma l'azione era viziata da un blocco irregolare di Jenkinson su Cristoforo. Vivaci le proteste viola ma rispetto al primo tempo c'è molta meno forza in campo.

La consueta girandola estiva di cambi è il preludio a un finale di partita generoso ma sterile dei viola che subiscono anche la rete del 3-0 all'88' ad opera di Willock.

ARSENAL (3-5-2): Martinez (46' Leno); Monreal (81' Maitland-Niles), Mustafi (81' Medley), Chambers (63' Mkhitaryan); Kolasinak (46' Lacazette), Burton (81' Thompson), Olayinka (63'  Papasthatopoulos), Jenkinson (81' Xhaka), Saka (63' Willock); Nketiah (81' Martinelli), Nelson (81' Ozil). Allenatore: Emery.

FIORENTINA (4-3-3): Dragowski (46' Terracciano); Venuti (86' Lakti), Ceccherini (83' Hristov), Ranieri (71' Hancko), Terzic (71' Milenkovic); Castrovilli (46' Zurkowski), Cristoforo (83' Beloko), Benassi (71' Baez); Sottil (86' Koffi), Saponara (71' Eysseric), Vlahovic (71' Simeone). Allenatore: Montella.

Arbitro Marcos De Oliveira

Marcatori: 15', 65' Nketiah, 88' Willock

Ammoniti Saponara, Terracciano, Xhaka

Nel pomeriggio, i giovani di Bigica a Moena avevano perso con lo stesso punteggio, 3-0, dal Benevento squadra di serie B,

Redazione Nove da Firenze