Videomessaggio dell’assessore Saccardi: “Vicini ai più fragili e agli anziani”

Con Comuni e volontariato contro il Coronavirus. Dal sindaco Brenda Barnini l’invito a telefonare alle persone anziane che vivono sole: «Proviamo a fare comunità»


VIDEO — “In questo momento c’è da organizzare e far funzionare al meglio l’organizzazione sanitaria per fronteggiare l’emergenza del Covid-19, ma c’è anche da pensare alle persone più fragile: agli anziani, ai disabili e alle loro famiglie che sentono ancora di più il peso di questa situazione”.

In un videomessaggio trasmesso sulla pagina facebook di Regione Toscana, l’assessore al diritto alla salute, Stefania Saccardi, spiega le iniziative prese dalla Regione: “Vogliamo dare una mano alle tante persone sole o in difficoltà costrette in casa e che hanno bisogno di beni di prima necessità, come cibo e medicinali. Per questo obiettivo la Regione ha impegnato risorse importanti, 3 milioni di euro, e coinvolto Comuni, protezione civile, mondo del volontariato. Dobbiamo aiutare e anche far sentire meno sole queste persone, per questo insieme ai Comuni e alla Società della salute stiamo lavorando ad attivare anche numeri telefonici dedicati. E’ uno sforzo grande che non potremmo mettere in campo senza la disponibilità e l’abnegazione di tanti che mettono a disposizione tempo e energie per gli altri”.

L’assessore Saccardi ha inoltra ancora una volta ringraziato tutto il personale sanitario toscano impegnato al massimo delle possibilità e con grandissima professionalità per fronteggiare l’emergenza. E ha anche voluto ringraziare, nel suo videomessaggio, le tante cittadine e i tanti cittadini che rispettando le regole di comportamento dettate dai provvedimenti del Governo, stanno contribuendo ad affrontare l’emergenza.

“Ce la faremo - ha concluso l’assessore - Ne usciremo bene se, come sta accadendo, ognuno farà la sua parte, con generosità e responsabilità”.

Una campagna di comunicazione lanciata a tempi record per da un lato sensibilizzare le persone e soprattutto gli anziani a restare in casa, dall’altro per tenere compagnia agli stessi anziani, costretti nelle proprie abitazioni, facendosi sentire con una telefonata e con una parola buona e positiva. Lo stesso sindaco di Empoli Brenda Barnini ha avviato la campagna attraverso i suoi profili social. L’invito è quello di mettersi in comunicazione via telefono con persone anziane, che vivono sole, per spiegare quanto sia fondamentale in questo momento restare in casa, muoversi solo per esigenze impellenti, come fare spesa o andare in farmacia, necessità per le quali comunque il Comune di Empoli ha organizzato servizi a domicilio gratuiti. Ma una telefonata può e deve anche essere un’occasione per fare un po’ di compagni e spezzare la solitudine di una giornata chiusi in casa.

«Sono giorni che ripeto a tutti di stasera nelle proprie case, approfitto per ribadirlo. Penso però a tutti gli anziani che vivono soli – dice il sindaco Barnini – e pur di sentire una voce durante la giornata sono disposte ad uscire e mettere a repentaglio la propria salute e quella degli altri. Allora proviamo a fare comunità, a prenderci ognuno un pezzetto di responsabilità. Basta una telefonata, magari ogni giorno da qui alla fine dell'emergenza a qualcuno che conoscete che vive solo e che così si sentirà meno solo e potrete davvero dare un motivo a quella persona per stare in casa: aspettare ogni giorno la vostra telefonata. Provateci e fatemi sapere come va. Vi stupirete della reazione e sarete felici di aver fatto qualcosa di buono e importante»

Redazione Nove da Firenze