"Via dei Serragli, una vergogna lunga 22 mesi"

I consiglieri comunali Draghi e Cellai: "La rassicurazione della fine del cantiere entro la fine di novembre era fasulla: imprecisioni e imprevisti nel progetto fanno sì che (se tutto va bene) si vada avanti fino ad aprile 2020. Oltre all'improvvisazione, l'arroganza, un mix micidiale" . La replica del Comune


"Una vergogna lunga 22 mesi". Così definiscono i lavori per il rifacimento di via de'Serragli i capigruppo di Fratelli d'Italia Alessandro Draghi, vicepresidente della commissione mobilità, e di Forza Italia Jacopo Cellai.

"Ieri, dopo l'incontro dell'amministrazione comunale con le ditte che eseguono l'intervento e Publiacqua – ricordano i due esponenti del centrodestra – si scopre che la rassicurazione della fine del cantiere entro la fine di novembre era fasulla: imprecisioni e imprevisti nel progetto fanno sì che (se tutto va bene) si vada avanti fino ad aprile 2020. Dopo il Natale sarà così cantierizzata anche la Pasqua".

"Vogliamo vedere con che faccia la giunta e il PD che la sostiene ci ribadiranno adesso che la richiesta, avanzata da Forza Italia e sostenuta da tutto il centrodestra, di portare al 50% gli sgravi su Cosap e Tari ai commercianti danneggiati dal protrarsi infinito del cantiere, andava respinta. Oltre all'improvvisazione l'arroganza: un mix micidiale, e a farne le spese sono i commercianti che rischiano di chiudere i battenti e i residenti che si dovranno confrontare ancora per mesi coi disagi cominciati a luglio 2018" concludono Draghi e Cellai. 

Gli uffici comunali intervengono in merito alle dichiarazioni dei consiglieri del centrodestra sul cantiere di via dei Serragli.

Ad oggi i lavori sono in corso da 13 mesi. I lavori sono stati infatti consegnati all’inizio di luglio dell’anno scorso ma i tempi contrattuali sono stati allungati dopo che Publiacqua ha comunicato la necessità, non prevista, di sostituire anche la fogna a centro strada nel tratto via della Chiesa-via Serumido.

Inoltre il cantiere è stato interrotto da metà aprile ad inizio luglio scorso con la riapertura della strada al transito. Sulla base del nuovo crono programma, la conclusione del cantiere attualmente in corso (tra via di Santa Maria e via di Serumido) è prevista entro gennaio, a seguire i lavori nell’ultimo tratto (da via di Serumido a piazza della Calza) per ulteriori 12 settimane. 

Redazione Nove da Firenze