Verdini lascia il carcere: va agli arresti domiciliari

La decisione del Tribunale di Sorveglianza dopo 80 giorni di detenzione: "Soggetto particolarmente vulnerabile al contagio Covid-19"


Denis Verdini dopo 80 giorni di detenzione lascia il carcere di Rebibbia e va agli arresti domiciliari. La decisione nelle scorse ore del Tribunale di Sorveglianza, secondo il quale l'ex parlamentare è un "soggetto particolarmente vulnerabile al contagio Covid-19".

Verdini si era costituito a inizio novembre a seguito della conferma da parte della Cassazione di una condanna a oltre 6 anni nel processo per il crac della sua banca, il Credito Cooperativo Fiorentino.

Redazione Nove da Firenze