Variazione di bilancio: maggiori entrate dovute al recupero dell'evasione

Quattro anni fa il piano "Migliorare le capacità di incasso e aumentare il recupero delle basi imponibili, con un’azione robusta di contrasto all'evasione"


Oggi il Consiglio Comunale ha approvato la delibera con la verifica degli equilibri di bilancio e conseguente variazione ai documenti di programmazione dell'Ente (annualità 2018-2020).

Questo l’intervento in aula dell’assessore al bilancio Lorenzo Perra “Gentili Consiglieri, Presidente, colleghi Assessori, siamo all’ultima verifica degli equilibri di bilancio della consiliatura. Se ripenso al passato mi rallegro per la strada che abbiamo percorso insieme. Quattro anni fa, proprio in questi giorni, discutevamo del bilancio di previsione che avremmo approvato il 30 luglio 2014. E discutevamo della necessità di reperire risorse per assicurare i servizi, date le minori disponibilità statali dei Comuni, o immaginavamo di ridurre gli investimenti per garantire il rispetto del patto di stabilità. Abbassavamo le tasse, questo si, eliminando l’addizionale Irpef e non aumentavamo canoni e imposte ai fiorentini. Discutevamo della necessità di prepararci alla riforma della contabilità del sistema armonizzato, e del fatto che avremmo avute molte risorse da spendere.
E che per questo dovevamo agire su due leve: migliorare le capacità di incasso e aumentare il recupero delle basi imponibili, con un’azione robusta di contrasto all’evasione. Oggi guardando ai numeri, la verifica degli equilibri che siete chiamati a discutere e votare la possiamo sintetizzare, nella parte corrente in due cifre (equivalenti): + 7,4 milioni di entrate nette, a cui corrispondono +7,4 milioni di spese nette. Quelle maggiori entrate sono pressoché integralmente spiegate da recupero dell’evasione (+7,9 milioni di entrate nette), che sono anzi diminuite per effetto di minori entrate rispetto al preventivo (3,3 milioni di entrate nette da infrazione codice della strada, - 1 milione da ticket bus turistici, - 1 milione da cessione fibra ottica). E le spese invece, in un cospicuo incremento delle spese per il welfare (piano casa con bonus affitti, calmieriazione incrementi abbonamenti tpl), incrementi nella spesa per il servizio di gestione di parchi e giardini, più contributi associazioni sportive, ma anche più spese di personale.

Se guardo agli intendimenti di non aumentare le tasse ed i canoni per fiorentini e spendere di più e meglio credo che possiamo essere contenti dei risultati raggiunti. Queste sono le cifre del bilancio finanziato da noi. Anche la sezione degli investimenti vede numerosi incrementi di spesa +4,8 milioni per incrementi di attività finanziarie (maggio +3 milioni, e per +1,8 milioni Silfi per immobilizzazioni), oltre 4,7 di ulteriori investimenti (principalmente finanziati da extra oneri). Qui strade, scuole, case popolari e social housing. Elementi che diventano al centro della nostra politica degli investimenti, dopo aver investito molto in infrastrutture. Si chiude una lunga fase di rafforzamento del bilancio comunale e si aprono nuove opportunità di crescita delle condizioni della città”.

Redazione Nove da Firenze