Vaccino anti Covid, 39mila prenotazioni in poche ore

Sono state registrate sul portale regionale, attivato nel pomeriggio ieri, per raccogliere le adesioni di operatori sanitari, ospiti e dipendenti delle Rsa


Sono quasi 39 mila le prenotazioni per il vaccino anti Covid registrate sul portale regionale, attivato nel pomeriggio ieri, per raccogliere le adesioni di operatori sanitari, ospiti e dipendenti delle Rsa. 

Alle 12.45 di oggi erano già per l’esattezza 38.531. Un boom di prenotazioni, che non accennano ad arrestarsi sul sito, appositamente creato dal settore sanità digitale dell’assessorato alla salute per una prima ricognizione di richieste da comunicare, entro il prossimo venerdì 18 dicembre, al commissario Arcuri per la gestione di quella che è stata definita la Fase 1 dell’immunizzazione.

“Una risposta straordinaria da parte delle Aziende sanitarie e ospedaliere come pure delle Rsa e delle case di cura private. Tutte hanno manifestato un forte interesse - commenta il presidente, Eugenio Giani -. Una così grande partecipazione a poche ore dall’attivazione del portale ci lascia sperare nel buon esito della campagna di vaccinazione. La battaglia contro il Covid può essere vinta con l’aiuto della scienza e con il nostro massimo apporto di comunità, che si è sempre distinta per senso di responsabilità e impegno civico”.

“Questo dato dimostra ancora una volta quanto i nostri professionisti, che operano a vario titolo nel Servizio Sanitario Regionale, siano fortemente attenti al tema della vaccinazione e pronti a dare il proprio contributo alla sfida storica che ci attende nella lotta contro il Covid - aggiunge l’assessore alla sanità, Simone Bezzini - a tutti loro va il mio più profondo ringraziamento per il lavoro che svolgono quotidianamente, a tutela della salute di ciascuno di noi”.

Tra le oltre 61 categorie professionali rilevate, quella degli infermieri, con più del 35% di adesione, risulta essere quella che al momento ha aderito maggiormente. Segue quella dei medici, con oltre il 18% di adesioni. Tra i primi cinque Comuni e province con il maggior numero di adesioni emergono nel seguente ordine: Firenze, Pisa, Siena, Arezzo e Lucca.

Forte dell’esperienza accumulata nel mese di agosto, con lo sviluppo dei portali di prenotazione Rientro@scuola (oltre 60.000 adesioni del personale scolastico in una settimana), Viaggi@sicuro (oltre 11.000 rientri turistici da porti e stazioni in una settimana), ma soprattutto con il portale di prenotazione dei tamponi molecolari e antigenici (oltre 280.000 tamponi prenotati a oggi nelle 24h successive), la Toscana ha sviluppato, dunque, un ulteriore strumento digitale per raccogliere le adesioni alla campagna vaccinazione Covid 2020.

“Il portale è stato attivato a tempo di record - spiega Andrea Belardinelli, responsabile del settore Sanità digitale e innovazione - considerato che la richiesta dal livello nazionale è arrivata domenica mattina, ed è stato messo online alle 15.30 di ieri 15 dicembre. Solo nella prima ora si sono collegati al sistema oltre 36.000 operatori, con oltre 600 richieste al minuto, che ha messo temporaneamente in crisi il canale di trasmissione dei messaggi sms, sostituito in serata con un sistema di test completamente automatico”.

Tra operatori sanitari e ospiti delle Rsa si calcola che siano oltre 120mila le persone che in Toscana potrebbero essere vaccinate. La vaccinazione non è obbligatoria, ma volontaria. Gli interessati possono esprimere il proprio orientamento, non vincolante, entro le ore 12 del 18 dicembre, attraverso il portale regionale “Prenota vaccino”. Chi non si prenoterà potrà fare il vaccino solo nelle fasi successive che riguarderanno le altre fasce di popolazione. Per i pazienti delle Rsa sarà cura dei responsabili delle strutture trasmettere la comunicazione e il numero degli aderenti.

Redazione Nove da Firenze